US Open, settima giornata: clamorosa eliminazione di Rafael Nadal. Avanza senza problemi Djokovic

(Alex Goodlett/Getty Images North America)

Grande sorpresa nella settima giornata degli US Open: Rafael Nadal è stato estromesso dal francese Pouille dopo una dura battaglia di cinque set. Ok gli altri big

Clamorosa eliminazione di Rafael Nadal: il maiorchino è stato sconfitto in cinque set dal francese Pouille, numero 24 del mondo per 6-1 2-6 6-4 3-6 7-6(6).

Il tennista transalpino ha offerto davvero una performance di altissimo livello, a coronamento di una stagione magica, senza dare mai punti di riferimento all’ex numero 1 del mondo che ha provato in ogni modo a rimanere attaccato al suo avversario, senza però riuscire mai a trovare il guizzo decisivo per vincere l’incontro.

Ai quarti, Pouille affronterà un altro tennista francese, Gael Monfils che ha superato senza problemi il cipriota Baghdatis.

Nel primo set, dominio assoluto del francese, bravo a breakkare Nadal nel secondo e nel sesto gioco, chiudendo la frazione per 6-1, dopo aver tenuto il servizio ai vantaggi (annullando anche una palla break).
Bella reazione del maiorchino nel secondo parziale: avanti 5 giochi a 2, grazie al break ottenuto nel secondo gioco (ai vantaggi, da 40-0) il numero 4 del seeding ha tolto nuovamente la battuta a Pouille aggiudicandosi la frazione per 6-2.
Quando tutti stavano ormai pensando ad un imminente ritorno di Nadal, è stato il transalpino a prendere invece il controllo del campo: il terzo set, infatti, è stato comandato in lungo e in largo da Pouille che ha strappato il servizio a Nadal nel primo game chiudendo il parziale per 6-4 senza relativi problemi.
Grande equilibrio nella quarta frazione: Nadal, sul 2-2 ha tenuto un delicato turno di servizio (recuperando da 0-30) prima di breakkare Pouille nel game seguente: dopo un ulteriore scambio di break, Nadal, al servizio per il parziale avanti 5 giochi a 3, ha tenuto a 30 la battuta portando cosi il match al quinto set.
Che lotta nella frazione decisiva: Nadal, avanti 4-3 e servizio, grazie al break ottenuto nel primo gioco, ha sprecato un vantaggio di 30-0 nel game facendosi controbreakkare.
Dopo alcuni game interlocutori, si è arrivati cosi al tie-break decisivo: Pouille, avanti 6-3, ha subito il ritorno di Rafa che ha impattato sul 6-6; grande reazione del transalpino che, per nulla demoralizzato dai tre match point sfumati, ha vinto i due punti seguenti aggiudicandosi cosi il parziale per 8 punti a 6 e con esso l’incontro più importante della carriera.

Avanza senza problemi Novak Djokovic: il numero 1 del mondo ha superato in tre set il giovane britannico Edmund, mostrando una buona condizione fisica e mentale.
Troppo solido il serbo per Edmund, a cui però va riconosciuto il merito di essere rimasto sempre attacato all’avversario, soprattutto nel terzo set, quando sotto per 2 giochi a 0, ha vinto tre game di fila, portandosi addirittura avanti di un break, mostrando a sprazzi un tennis fresco e spumeggiante.

Ai quarti, Nole se la vedrà con il francese Tsonga che ha superato in quattro set, Jack Sock, ultimo tennista americano rimasto in tabellone.

Davide Tarallo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here