domenica, Settembre 27, 2020
Home Blog

Sara Gambogi: “Soddisfatta del mio 2019. Chiuderò l’anno a Solarino” [VIDEO]

Sara Gambogi, 20enne toscana, si è distinta negli ultimi mesi per buone prestazioni nei 25k di Imola e Bagnatica dove ha passato un turno eliminando rispettivamente l’australiana Isabella Bozicevic e la spagnola Olga Saez Larra (best ranking 231 WTA).

Tennista che si adatta bene ad ogni superficie, Sara è reduce da una bella semifinale nel 15k di Oslo e dai quarti ad Ortisei, dove a suo dire, le è mancata un po’ di lucidità per mettere in cascina ulteriori punti preziosi in vista del finale di stagione.

L’atleta dell’Associazione Tennistica Piombinese chiuderà l’anno con tre tornei sull’erba sintetica di Solarino, un 15k e due 25k per poi dedicarsi a pieno regime alla preparazione invernale, con l’obiettivo di completare il suo gioco e trovare maggiore continuità al rientro nelle competizioni.

Giovanni Fonio: “Stagione agrodolce. Ora focus sulla preparazione per un 2020 di livello!” [VIDEO]

A Santa Margherita di Pula abbiamo portato per la prima volta davanti alle nostre telecamere Giovanni Fonio, tennista di Borgomanero classe 1998.

La stagione 2019 è ormai agli sgoccioli, Giovanni ha vinto un doppio in terra sarda assieme all’amico Ocleppo, battuto la “young gun” azzurra Lorenzo Musetti a Pontedera e messo a referto alcune “semi” e finali nel circuito ITF.
Il piemontese tuttavia non considera del tutto positiva l’annata e si dedicherà ora ad un’intensa preparazione, con l’obiettivo di cominciare nel migliore dei modi il suo 2020.

Fonio è un tennista polivalente, sa districarsi su tutte le superfici ed è dotato di un bellissimo rovescio ad una mano. Nell’off-season si dedicherà a migliorare i colpi di inizio gioco, servizio e risposta, e ad intensificare il lavoro sul lato fisico.

Non tutti possono vantare vittorie su Felix Auger-Aliassime e Alex De Minaur nel circuito junior. Giovanni ha avuto la meglio sulle due stelline rispettivamente nel 2016 e nel 2014 mentre da pro i trionfi più importanti sono quelli su Lorenzo Sonego e Gastao Elias, nei Challenger di Brescia 2017 e Genova 2018. Match di livello che dimostrano quanto sia ridotto il gap tra i professionisti del tour e che Fonio prenderà come esempio per alzare l’asticella nell’anno che verrà.

In chiusura parole al miele per il suo team di Serie B, il Tennis Club Piazzano che annovera tra le sue fila anche Federico Maccari e Matteo Siccardi e per i suoi sponsor che lo supportano nell’attività agonistica.

Ferdinando Bonuccelli: la partnership con Stefanini, Ingarao e Ponomar [VIDEO]

Ferdinando Bonuccelli, palermitano classe ’91, è stato costretto a lasciare il tennis giocato per frequenti guai fisici e si sta disimpegnando da ormai 3 anni, con ottimi risultati, nella veste di coach.

“Bonus” fa base al Circolo del Tennis Palermo e segue nello specifico Lucrezia Stefanini, Alessandro Ingarao e la tedesca Lisa Ponomar, con l’aiuto di Claudio Fortuna e del preparatore atletico Marco Salerno.

Nella chiacchierata davanti alle nostre telecamere ci racconta minuziosamente i dettagli delle partnership con i tre tennisti,

Immancabile inoltre un focus sul gran momento del tennis siciliano, con Marco Cecchinato (semifinalista al Roland Garros e vincitore di tre titoli ATP) e Salvatore Caruso (entrato di recente in top100) sugli scudi.

Melania Delai: “Sto imparando tanto nel circuito delle pro” [VIDEO]



Melania Delai è una delle giovani maggiormente promettenti del tennis azzurro, protagonista quest’anno di due belle vittorie nei tornei di Grado 2 di Benicarlo, in Spagna, e di Cap d’Ail, in Francia.

La tennista trentina ha vissuto due esperienze fantastiche e formative negli slam junior di Parigi e Londra e sta disputando la prima stagione quasi piena nel circuito pro, dove ha raccolto buoni risultati soprattutto in doppio assieme all’amica e conterranea (si perdoni il lapsus di Melania) Monica Cappelletti.

In quest’ultima parte del 2019 la Delai volerà in Grecia con coach Alessandro Bertoldero per alcuni tornei da 15mila dollari su terra per poi iniziare la preparazione sul cemento, dividendosi tra casa ed il centro federale di Formia, in vista degli Australian Open Junior 2020.



Ocleppo e Fonio vincono il doppio nel 25k di Pula [VIDEO]

Una settimana brillante per Julian Ocleppo e Giovanni Fonio, vincitori del doppio nel torneo di chiusura del Forte Village di Santa Margherita di Pula.

La coppia piemontese ha avuto la meglio, nella finale dell’ITF da 25mila dollari ospitato dallo splendido resort sardo, sull’azzurro Erik Crepaldi ed il boliviano Boris Arias, migliorando il risultato della settimana precedente, il titolo sfuggito per un soffio e vinto dalle stelline Musetti e Zeppieri.

Il legame tra i due è solidissimo, si conoscono da quando avevano 10 anni ed hanno condiviso tanto, dentro e fuori dal campo.

Lasciano Pula con la promessa di disputare altri tornei insieme.

Designati i supervisor e definito lo staff degli ITF WorldTennis Tour di Solarino

DESIGNATI I SUPERVISOR E DEFINITO LO STAFF DELL’ORGANIZZAZIONE

SOLARINO (SR) – A meno di un mese dall’inizio dell’ITF WorldTennis Tour a Solarino l’organizzazione del torneo ha presentato la squadra di professionisti che lavoreranno in sinergia per la riuscita dell’evento e ricevuto comunicazione, da parte del circuito ITF, dei nomi dei supervisor designati per i quattro tornei previsti nella provincia di Siracusa.  

 “Sono felice di comunicare i nomi dello staff che mi affiancherà in questa nuova avventura – ha dichiarato il direttore del torneo Renato Morabito -. Durante l’estate abbiamo selezionato nuovi professionisti e confermato chi negli anni si è dimostrato competente e quindi  indispensabile”.

Al tournament desk torna Manuela Siracusano con il compito di garantire servizi tecnici e logistici alle tenniste e i loro accompagnatori. 

Francesca Currò e Angela Giuffrida, aggregati da questa edizione in qualità di assistenti del direttore, saranno presenti sia sui campi che al desk con compiti finalizzati al perfetto funzionamento della macchina organizzativa.

Luana Galletta è per il sesto anno la fisioterapista ufficiale dell’ITF WorldTennis Tour di Solarino e assisterà le giocatrici in gara e nei momenti di recupero post match. 

Il servizio di incordatura dei telai sarà curato da Federico Desi, stringer esperto, con il compito di sostituire anche il direttore nei momenti di assenza. 

Responsabile comunicazione dell’ITF WorldTennis Tour di Solarino è la giornalista Chiara Borzi’

Ecco, infine, i nomi dei supervisor scelti per gli Internazionali femminili solarinesi. Per le prime due settimane di gioco (montepremi da 15 mila dollari) supervisionerà al torneo il signor Sebastiano Cavarra, mentre per le seconde due settimane (montepremi da 25 mila dollari) il signor Guido Pezzella

Entrambi saranno collaborati da due arbitri internazionali e tre arbitri nazionali, insieme ai giudici di linea per le fasi dal 18 novembre all’1 dicembre.

Tegola sugli Internazionali di Solarino 2019, ma amministrazione e organizzazione “fanno squadra”

TEGOLA SULLA TAPPA ITF FEMMINILE DI SOLARINO: NESSUNA DIRETTA STREAMING NELLE PRIME DUE SETTIMANE D’INCONTRI  

IL SINDACO DI SOLARINO SCORPO E IL DIRETTORE DEL TORNEO MORABITO: “GLI INTERNAZIONALI SONO AD INGRESSO GRATUITO, ASSISTERE DAL VIVO AGLI INCONTRI PUÒ REGALARE BEN ALTRE EMOZIONI”

SOLARINO (SR) – Tegola sugli internazionali di tennis femminile in programma a Solarino dal 3 novembre al 1° dicembre 2019. Nei giorni scorsi l’agenzia svizzera Sportradar Tennis ha comunicato non verrà realizzato lo streaming delle gare previste per le prime due settimane di gioco (montepremi da 15 mila dollari).  

“Per noi è certamente una pessima notizia – ha commentato il direttore dell’ITF World Tour di Solarino Renato Morabito –. Non avere garantita quest’anno la diretta degli incontri di tutte e quattro le settimane di gioco è una novità che non ci lascia per nulla sereni. Se volessimo trovare un aspetto positivo è esclusivamente quello di poter invitare tutti gli appassionati del tennis internazionale femminile ad assistere, direttamente dalle tribune dei campi dello Zaiera Resort, agli incontri previsti da calendario”.  Anche il sindaco di Solarino Sebastiano Scorpo ha riconosciuto l’opportunità data dalla mancata trasmissione in streaming. “Vedere il tennis dal vivo da ben altre emozioni, questo è certo. Spiace anche a noi come amministrazione che la tappa solarinese dell’ITF TennisTour non abbia una copertura completa degli incontri, ma da sindaco non posso che invitare gli appassionati a ritrovare il piacere di vivere dal vivo i giorni dell’ITF previsti sul nostro territorio, assistere in prima persone ai match e scoprire nel frattempo quel che la città di Solarino può offrire a chi la visita”. 

Il calendario stupisce. Solarino unico torneo ITF in Europa e nel Mondo a novembre

ITF WORLD TENNIS TOUR 2019. GLI INCROCI DI CALENDARIO PROIETTANO LA TAPPA DI SOLARINO TRA I PIU’ IMPORTANTI APPUNTAMETI DEL TENNIS INTERNAZIONALE. 

Un calendario assolutamente benevolo proietta l’ITF di Solarino tra i più importanti appuntamenti dell’autunno tennistico femminile internazionale.

La tappa siciliana sarà unico torneo del circuito in programma in Europa nella settimana dal 18 al 24 novembre e unico torneo al Mondo nella settimana dal 25 novembre all’1 dicembre. 

Questo non diminuisce l’importanza delle due precedenti settimane di gioco che andranno in scena nei campi in carpet dello Zaiera Resort a partire dal 3 novembre. Il perché è presto spiegato dal maestro Renato Morabito, direttore e organizzatore degli internazionali femminili di Solarino.

L’esclusività che viene acquisita dal nostro torneo grazie a questi fortunati incroci di calendario, porterà prevedibilmente in Sicilia giocatrici di livello superiore e che chiaramente scenderanno in campo già dalle prime fasi del torneo. Siamo indubbiamente entusiasti di poter vivere la grande opportunità di rappresentare un riferimento unico in Europa e nel Mondo per le atlete che puntano a migliorare il loro piazzamento nel ranking internazionale. Per questo ricordiamo che Solarino è ormai una macchina collaudata, arrivata alla ventiquattresima edizione, e che siamo pronti ad alzare l’asticella dell’efficienza in occasione dell’edizione 2019 dell’ITF World Tennis Tour“. 

La distribuzione del montepremi messo in palio è la seguente: $15.000 alle vincitrici dei game previsti nelle prime due settimane (3-17 novembre 2019) e $25.000 alle tenniste che si aggiudicheranno la competizione nelle due settimane successive (17 novembre – 1 dicembre).  

Il tennis internazionale femminile è di casa in Sicilia.

Ocleppo rimonta Musetti: “La strada è quella giusta. Che emozione a Monte Carlo!” [VIDEO]

Julian Ocleppo supera in rimonta la stellina azzurra Lorenzo Musetti e raggiunge Nerman Fatic (vincitore per tre settimane di fila, 2 in Sardegna e 1 a Zlatibor, in Serbia) nei quarti di finale dell’ITF di Santa Margherita di Pula.

Seguito da Michele Longo ed Alessandro Motti, negli ultimi mesi ha messo a referto ottime prestazioni. Da segnalare sono le vittorie su due top player: Mischa Zverev nelle quali del Masters 1000 di Monte Carlo e Tommy Robredo nel Challenger di Siviglia.

Ai nostri microfoni Julian analizza l’ottimo match odierno dimostrandosi motivato e voglioso di far bene negli ultimi mesi della stagione.

Luca Giacomini:”L’esperienza alle Next Gen ATP Finals di Milano ha rappresentato per me una straordinaria iniezione di fiducia “

Luca Giacomini, 21enne tennista di Rubano (Padova), si racconta ai nostri microfoni, svelando – con la memoria fresca degli ottimi risultati della stagione passata – le sue ambizioni e i suoi obiettivi per l’annata 2019. 

Il 2018 è stata la tua prima vera e propria annata nel tennis che conta: lo scorso hanno hai infatti ottenuto il primo successo in un Main Draw Challenger a Padova e soprattutto hai disputato un ottimo torneo alle qualificazioni delle Next Gen di Milano. Come hai vissuto questi primi significativi risultati?
“Ho vissuto molto serenamente questi primi buoni risultati. Ovviamente, sono riuscito ad acquisire una maggiore consapevolezza nei miei mezzi tennistici. Dal punto di vista umano – in tutta sincerità – non mi sento cambiato: sono rimasto il ragazzo di prima, ambizioso ma con i piedi per terra.”

Analizziamo da vicino la tua esperienza alle Next Gen di Milano dove, tra l’altro, sei entrato nel tabellone di qualificazione proprio all’ultimo momento grazie al forfait di Gian Marco Moroni. Come hai vissuto l’attesa dei giorni precedenti?
Francamente – fino a pochi giorni prima dell’inizio del torneo- non sapevo affatto che Gian Marco si sarebbe ritirato. Ovviamente, non appena ho appreso di avere la possibilità di competere in un evento cosi prestigioso mi sono sentito particolarmente fortunato: tuttavia, nei giorni immediatamente precedenti, ero particolarmente nervoso, ma allo stesso tempo voglioso di scendere in campo ed esprimermi al meglio.”

Il sorteggio ti ha subito messo davanti un avversario tutt’altro che malleabile come Andrea Pellegrino che hai superato in una partita altalenante. Che ricordi hai di quel match?
“E’ vero, il match contro Pellegrino (vinto per 4-2 al quinto set, ndr) è stato carico di tensione: un incontro molto duro, in cui entrambi abbiamo avuto alti e bassi e dove probabilmente sono riuscito a spuntarla grazie ad una maggiore lucidità mentale nelle fasi decisive dell’ultimo parziale. Dopo il successo, ero molto emozionato e felice ma – con la testa- ero già di fatto all’incontro successivo.”

In semifinale ti sei arreso al futuro vincitore Caruana dopo cinque emozionanti set. È stato maggiore il rimpianto per non essere riuscito a capitalizzare due set di vantaggio oppure l’orgoglio per aver giocato per oltre due ore alla pari con un tennista che ha già conseguito risultati prestigiosi?
Indubbiamente, è stato maggiore il rimpianto di non essere riuscito a portare a casa una partita in cui conducevo per 2 set a 0. Soprattutto perchè a tradirmi non è stato il fisico, ma la testa. Dalla fine del secondo set, non sono più riuscito a gestire e a controllare le emozioni, a mantenere quella calma e quella freddezza quanto mai indispensabili per chiudere un incontro cosi complicato.”

A Milano, hai inoltre dimostrato un buon affiatamento con tutto il tuo team, in cui spicca la figura di papà Redi. Che rapporto hai con lui? Quali sono i pro e i contro nell’avere una figura cosi familiare all’interno della propria squadra?
“Non ti nascondo come talvolta avere il proprio padre come coach sia problematico, perchè è alto il rischio di discutere 24 ore su 24 di dinamiche e questioni che dovrebbero rimanere esclusivamente sul campo. Le discussioni e i battibecchi sono dunque molto frequenti ma io cerco sempre di ascoltarlo il più possibile, di fare tesoro dei suoi consigli, anche perchè devo a lui gran parte dei miei miglioramenti e dei miei primi successi.”

Come hai organizzato la tua off season?
“Durante il periodo di preparazione, mi sono allenato ad Alicante, nell’Accademia di Ramirez Hidalgo. Gli aspetti su cui ho lavorato maggiormente sono senza dubbio la componente fisica, utile per trovare una maggiore pesantezza di colpi, e quella tattica.”

Quale sarà la tua programmazione nel 2019? Cosa pensi del nuovo format Challenger?
“Al momento, ho in programma di giocare tornei su superfici rapide fino a fine febbraio, per poi passare alla terra rossa. Quest’anno il mio obiettivo è quello di entrare nei primi 100 ITF e magari prendere qualche punto ATP nei 25.000$ o nei Challenger. Non amo particolarmente le novità introdotte da quest’anno: credo infatti che il nuovo format avvantaggi tutti i tennisti che sono già al vertice; in questo modo, i giocatori come me che possono giocare solo i tornei ITF transition avranno maggiori difficoltà a scalare il ranking. Purtroppo, con queste nuove regole, molti giocatori abbandoneranno presto il nostro sport.”

Dedichiamo infine un pensiero speciale a Manuel Bortuzzo.
“La vicenda di Manuel non può e non deve lasciare indifferenti: trovo profondamente ingiusto che un giovane promettente atleta, con infiniti sogni, sia stato improvvisamente calato in una dimensione buia e oscura. Dal canto mio, posso solo augurargli di ritrovare dentro di sé – soprattutto grazie all’affetto e alla vicinanza di coloro che gli vogliono bene – quella forza che gli permetterà ugualmente di raggiungere gli obiettivi che si era prefissato per la sua vita. Forza Manuel!”

Ultimi Articoli

Sara Gambogi: “Soddisfatta del mio 2019. Chiuderò l’anno a Solarino” [VIDEO]

Sara Gambogi, 20enne toscana, si è distinta negli ultimi mesi per buone prestazioni nei 25k di Imola e Bagnatica dove ha passato...

Giovanni Fonio: “Stagione agrodolce. Ora focus sulla preparazione per un 2020 di livello!” ...

A Santa Margherita di Pula abbiamo portato per la prima volta davanti alle nostre telecamere Giovanni Fonio, tennista di Borgomanero classe 1998.La...

Ferdinando Bonuccelli: la partnership con Stefanini, Ingarao e Ponomar [VIDEO]

Ferdinando Bonuccelli, palermitano classe '91, è stato costretto a lasciare il tennis giocato per frequenti guai fisici e si sta disimpegnando da...

Melania Delai: “Sto imparando tanto nel circuito delle pro” [VIDEO]

Melania Delai è una delle giovani maggiormente promettenti del tennis azzurro, protagonista quest'anno di due belle vittorie nei tornei di Grado 2...

Ocleppo e Fonio vincono il doppio nel 25k di Pula [VIDEO]

Una settimana brillante per Julian Ocleppo e Giovanni Fonio, vincitori del doppio nel torneo di chiusura del Forte Village di Santa...