Thomas Fabbiano: “Sconfitta giusta, avversario più solido ed io più falloso del normale, ma il pensiero delle cose buone fatte è più forte”

Si esprime così, Thomas Fabbiano, subito dopo la sconfitta patita da Evgeny Donskoy nella semifinale del Challenger di Raanana:

La sconfitta è giusta, il mio avversario è stato più solido di me, che ho commesso più errori del normale, ma il pensiero delle cose buone fatte in settimana (e non solo, ndr) è più forte. Ho raggiunto uno degli obiettivi che mi ero prefissato (la Top100, ndr) e probabilmente un po’ di energia mi è mancata.
Ho cercato la vittoria fino alla fine, ma semplicemente il mio avversario ha giocato meglio di me.
Da martedì sarò di nuovo in campo
(a Napoli, ndr); la stanchezza c’è e si fa sentire, ma non c’è spazio e tempo da perdere con gli alibi: ho un altro obiettivo da raggiungere e giocare in Italia, in un torneo che mi è sempre piaciuto (semifinalista lo scorso anno, ndr) mi darà l’energia per essere competitivo“.

Queste le parole a caldo e l’analisi, lucidissima, dell’azzurro successive alla partita con il russo.

Da sottolineare come il tennista di Grottaglie, oltre ad essere tra i primi 100 della classifica ATP, sia tra i primi 60 nella race, preceduto solo da Paolo Lorenzi per quanto riguarda i nostri colori, davanti ad Andreas SeppiFabio Fognini e Simone Bolelli.

I complimenti di tutta la redazione a Thomas, sperando possa proseguire questo “magic moment”.

Avanti Fabs!

Giacomo De Minicis

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here