Salvatore Caruso: “L’esperienza negli States mi ha dato tanto. Alla ricerca dei punti per entrare nelle quali degli Australian Open” [VIDEO]

Incontriamo Salvatore Caruso in occasione della quinta giornata di Serie A1 aprendo una parentesi sulla recente campagna sul cemento americano e sugli obiettivi a breve termine: centrare le quali agli Australian Open’17

A tu per tu con Salvatore Caruso in occasione della quinta giornata di Serie A1 tra Tennis Club Parioli e Tennis Club Palermo conclusasi con il punteggio di 3-3.

Il tennista di Avola torna a Roma, questa volta in veste di avversario (ha giocato 2 anni la coppa a squadre per il circolo capitolino) ed è reduce da una campagna di un mese sul cemento dei Challenger americani, spinto anche dalla proposta del coach Paolo Cannova, con cui condivide il pensiero di poter giocare davvero bene su quel tipo di superficie.

Salvo si dimostra soddisfatto delle prestazioni offerte, avendo raggiunto più volte il secondo turno del main draw partendo dalle qualificazioni, ritenendo inoltre di aver giocato un buon tennis dichiarando però che avrebbe potuto fare di più in termini di risultati e punti e che comunque sia quest’esperienza gli è servita tanto e gli sta dando la giusta spinta per il finale di stagione.

Settimana scorsa ha disputato il torneo di ORTISEI (si perdoni il refuso nell’intervista video in cui si dice Brescia) dove ha raggiunto i quarti di finale, eliminando in serie l’azzurro Gianluca Mager in due set ed il tedesco Jeremy Jahn al termine di una maratona culminata al terzo set, perdendo solamente dal finalista ed amico Alessandro Giannessi.

Per quanto riguarda il finale di stagione, Caruso giocherà a Brescia ed ad Andria alla ricerca dei punti necessari per entrare nel tabellone di qualificazioni degli Australian Open: “Iniziare una stagione con uno Slam da una carica in più ed affrontarlo una seconda volta, dopo l’esperienza dello scorso anno, mi darebbe modo di far meglio, sapendo più o meno già cosa mi aspetterà.”

Immancabile infine una battuta su Roma che Salvo ritiene una delle città più belle del mondo, e dove a Maggio ha disputato il primo match di main draw in un Masters 1000 contro Nick Kyrgios, augurandosi inoltre di poter fare ancora meglio nell’edizione 2017 del Foro.

Di seguito il video integrale dell’intervista

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here