Rosario Fiorello: “Tutto pronto per il BFD Challenger! Quanto mi diverto sul campo da tennis!”

Oggi al via il BFD Energy Challenger 50.000$ di montepremi al Due Ponti Sporting Club di Roma, circolo fondato nel 1992 da Emanuele e Pietro Tornaboni, nato con l’idea di costruire una struttura in cui poter trovare risposta a tutte le esigenze di sport e tempo libero e divenuto oggi una tra le la realtà più importanti nel panorama capitolino, sede di eventi sportivi e mondani di grande risonanza mediatica.

Girovagando tra i campi secondari del circolo, tra i doppi dei soci storici e gli allenamenti dei partecipanti al torneo vedo entrare al campo 4, con ancora il casco indosso e lo zaino sulle spalle, Rosario Fiorello, autentico showman anche sul rettangolo di gioco dove tra un dritto ed un rovescio ad una mano dispensa battute pungenti strabiliando gli spettatori presenti.

Lo aspettiamo al termine dell’allenamento per scambiare quattro chiacchiere, Fiore si dimostra simpatico, disponibilissimo e gran conoscitore del mondo tennistico.

Fiore inizia oggi il primo turno di qualificazioni ed il circolo è già in trepidazione, i soci sono pronti a riempire gli spalti già dall’inizio, in attesa degli accoppiamenti per il main draw che può annoverare grandi nomi ai nastri di partenza. Ti vedremo spesso a seguire le partite immagino.
Si assolutamente, l’atmosfera che si respira è fantastica, siamo tutti in attesa del primo “ready, play” per poi poterci vivere una settimana e più all’insegna del tennis, immersi in una splendida cornice quale il Due Ponti Sporting Club.
Due settimane fa ero in Sardegna ed ho assistito a qualche match dei Futures a Pula conoscendo poi alcuni giovani molto bravi. Ora sarò qui per più tempo possibile, non ti nego che seguo con piacere anche i tornei Challenger e non solo i Master e gli Slam!
Spero vivamente per il movimento tennistico italiano che esca dalle retrovie qualche altro talento e penso di aver notato già qualcuno in questi giorni.

Come nasce la tua passione per il tennis? Ti abbiamo visto anche palleggiare e non vai per niente male, complimenti!
Quando avevo nove anni mi sono avvicinato a questo stupendo sport ma poi per varie vicissitudini posso dire di averlo solo sfiorato, senza toccarlo mai, senza aver la possibilità di praticarlo.
Ora ne ho cinquantacinque ma non è mai tardi per iniziare (ride) ed è un anno che gioco, mi alleno qui al Due Ponti in compagnia di Jeff Tarallo (oggi in gara nel tabellone di quali) e Dario Berrettini che si danno spesso il cambio per seguirmi da vicino ed aiutarmi a migliorare, mi diverto tanto e devo dire che ho due maestri eccezionali.

Da grande appassionato quale sei, puoi dirci quali giocatori segui o se ti piace qualcuno in particolare?
Ho un amico nel circuito, non so se lo conosci, Novak Djokovic (ride) e quindi è normale che segua attentamente le sue vicende.
Per il resto come si fa a non amare Federer, credo che impersoni perfettamente questo sport, direi a 360°. Lui è il tennis. Classe, eleganza, perfezione in ogni colpo.
Poi che dire degli italiani, tutti ragazzi fantastici, non ti faccio un elenco che se poi ne dimentico qualcuno chi li sente!
Una menzione speciale va alle nostre donne per quello che hanno fatto ultimamente, portare ancora più in alto il nome italiano nel mondo, quindi a Flavia (Pennetta) e Roberta (Vinci) per le due settimane spettacolari che ci hanno regalato agli Us Open.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here