Roland Garros, day 3: i risultati degli italiani, avanti solo Giorgi e Knapp. Fuori tutti gli altri compresi Seppi e Fognini

Ben 7 gli italiani impegnati nella terza giornata di gioco di questo Roland Garros: Fabbiano, Fognini, Seppi, Lorenzi, Giorgi, Schiavone e Knapp.

Match completati:

[26] Mladenovic b. Schiavone 6-2 6-4
Nulla può Francesca contro la numero 30 del mondo: primo set senza storia, nel secondo la milanese si porta avanti 3-0 ma l’avversaria infila un parziale di 6 games ad 1 estromettendo così l’ex-vincitrice dello Slam francese.

Giorgi b. [WC] Lim 6-2 6-3
Vittoria senza problemi come prevedibile per Camila, che è la prima tra gli italiani ad avanzare al secondo turno: match senza sbavature, dove l’italiana tiene sempre in mano il pallino del gioco.

[21] F. Lopez b. [LL] Fabbiano 6-4 6-4 3-6 6-2
Fuori con onore il numero 117 del mondo, che riesce a strappare un set allo spagnolo per poi sprecare 4 palle break nel set successivo, subendo così un parziale di 4 games a zero che permette a Lopez di approdare al secondo turno.

Knapp b. [5] Azarenka 6-3 6-7 4-0 ritiro
Brava Karin. La fortuna prima o poi deve girare e questa volta è successo. La numero 5 del seeding ha accusato problemi fisici che l’hanno costretta al ritiro ma alla tennista altoaltesina serviva come l’oro una vittoria così. Dopo un primo set giocato molto bene dall’azzurra, nel secondo, proprio sul più bello, il braccio ha tremato e per questo motivo è stata costretta ad andare al terzo. La fuga a inizio parziale della Knapp ha portato la Azarenka alla decisione di ritirarsi.

Granollers b. [32] Fognini 7-5 6-4 6-3
Continua il periodo nero di Fogna. Mai veramente capace di mettere in difficoltà un’avversario, si ostico, ma non eccezionale. La scelta di prendersi una pausa dopo questo torneo è condivisibile sotto tutti gli aspetti. In queste condizioni a Wimbledon non può andare molto meglio.

Berlocq b. Lorenzi 6-3 6-0 6-2
Sconfitta pesantissima per Paolino che era stato, per una volta negli Slam, fortunato nel sorteggio. Le chance per accedere al secondo turno c’erano ma la condizione non buona dimostrata già nel Challenger di Andria si è fatta vedere tutta. 5 game sono davvero pochi.

Gulbis b. Seppi 6-3 7-5 6-4
Neanche il Seppio riesce a passare lo scoglio del primo turno. Anche per lui la forma non era affatto delle migliori vista l’operazione all’anca di qualche settimana fa. D’altra parte Gulbis è un giocatore imprevedibile che, se in giornata, può fare davvero male. Qualche scusante in più in questo caso c’è.

Federico Balbo

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here