Petra Kvitova inarrestabile, il Premier 5 di Wuhan è di nuovo suo

Petra Kvitova ha conquistato il Premier 5 di Wuhan

Era già accaduto, nel più prestigioso palcoscenico di Wimbledon e a New Haven, che Petra Kvitova riuscisse ad ottenere ripetuti successi, spesso interrompendo lunghi digiuni e importanti strisce negative.

L’effetto Wuhan suscita però un clamore particolare, viste le premesse con cui la ceca era giunta in Cina, con alle spalle una stagione molto deludente – salvata a malapena dal bronzo conquistato alle Olimpiadi – un triplo cambio di allenatore e una classifica mai così bassa.

Nulla poteva far pensare che Petra potesse improvvisamente ritrovare lo smalto migliore, esibendosi in una settimana semplicemente perfetta, fino a conquistare il suo primo titolo dopo oltre un anno, per di più in un importante Premier 5 e con un cammino tanto complicato ed entusiasmante.

La Kvitova, dopo la passeggiata compiuta in semifinale con Simona Halep, è riuscita, se possibile, a sfoggiare una prestazione ancora più impressionante, conquistando la finale contro Dominika Cibulkova in maniera disarmante, in appena un’ora di gioco.

La ex numero due mondiale ha subito messo le cose in chiaro, ripartendo da dove era rimasta il giorno prima, esibendo cioè il meglio del suo repertorio fatto di servizi vincenti, accelerazioni da ogni parte del campo e punti spettacolari.

Un perentorio filotto di diciassette punti consecutivi in apertura, sette aces e il 100% di punti conquistati con la prima di servizio, impacchettano un 6-1 che non ammette replica.

Stessa musica nel secondo set, in cui, una Kvitova in totale fiducia, riesce a mantenere costantemente la redini del gioco, spingendo al massimo ma sempre con estrema lucidità tattica e rendendo vano ogni tentativo della Cibulkova di entrare in partita.

La ceca conquista così il suo diciottesimo titolo in carriera, il quarto Premier 5, si riavvicina sensibilmente alle prime dieci (sarà numero 11) e riapre clamorosamente uno spiraglio nella corsa alle WTA Finals.

Inoltre, la storia di questa settimana racconta di una campionessa ritrovata, capace di esprimere un tennis di una categoria superiore a tutte le avversarie, di piegare Angelique Kerber sul piano fisico e mentale e di annichilire due solidissime top ten come Halep e Cibulkova.

Alla slovacca rimane la consolazione di aver disputato una eccellente settimana, in cui è stata capace, tra l’altro, di conquistare tre vittorie (ottavi contro Pliskova, quarti contro Strycova e semifinale contro Kuznetsova) in due giorni e rimanendo in campo quasi otto ore nelle ultime quarantotto.

Il premio per lei è costituito dal miglioramento del best ranking, che la vedrà salire all’ottavo posto, permettendole di consolidare le sue chance di prendere parte al Master di fine anno.

Petra Kvitova [14] b. Dominika Cibulkova [10] 6-1 6-1

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here