Parola a Barazzutti, intervistato dal sito della Fed Cup!

Ecco le parole di capitan Barazzutti intervistato dal sito della Fed Cup.

Il momento più bello da capitano?
“Sono stato capitano di Fed Cup per 14 anni, ho in mente moltissimi momenti. Abbiamo vinto quattro volte la coppa e una volta siamo arrivati in finale. Ogni partita vinta rappresenta un bel ricordo. Sono fortunato ad avere una squadra così con molte giocatrici forti che hanno vinto tanto. Gli ultimi dieci anni sono stati pieni di bei momenti”

Peggior momento da capitano?
Ogni volta che abbiamo perso un match, soprattutto all’inizio quando ho dovuto costruire una squadra con un occhio al futuro. Ho cominciato dalla Schiavone, che era giovane, poi Pennetta Vinci. Avevamo bisogno di conoscerci a vicenda; passato quel momento le cose sono andate migliorando. All’inizio non sono mancati i momenti difficili.

È più facile giocare o essere capitano?
Preferisco giocare ovviamente, era più semplice. Quando si è capitano le cose sono diverse, bisogna mettere nelle condizioni migliori i tennisti affinché rendano. Può capitare di dover scegliere qualcuno invece di qualcun altro e questo può creare delle tensioni. Quando si è tennisti bisogna solo scendere in campo. Sono due realtà completamente diverse.

Chi farebbe parte del tuo Dream Team di Fed Cup?
È una scelta difficile ma prenderei la squadra che mi ha permesso di vincere quattro volte la Fed Cup: SchiavonePennettaVinci ed Errani. Io farei il capitano!

Quanto tennis guardi durante la settimana?
Tanto. Per avere un buon rapporto con le tenniste è necessario viaggiare, vedere ogni settimana i tornei. In media sto via 30 settimane l’anno per questo motivo.

Lorenzo Lantelme

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here