Niente primedonne e grande incertezza, chi sarà la nuova regina WTA?

E’ tutto pronto a Singapore per l’inizio delle tanto attese WTA Finals

L’esotica location di Singapore si appresta ad ospitare, per il terzo anno consecutivo, le WTA Finals, esclusiva kermesse di fine anno dal fascino unico e riservata alle migliori otto giocatrici della stagione.

O quasi, considerando l’assenza forzata (la seconda consecutiva) di Serena Williams che, a dispetto di alcuni congeniti acciacchi legati dalla carta di identità e pur scalzata dopo una lunghissima tirannia, aveva largamente guadagnato l’accesso alle finali.
Senza alcun dubbio, l’assenza della ventidue volte campionessa slam e quella di Maria Sharapova, pur legata a demeriti di altra natura, privano l’evento di maggior prestigio e interesse di due protagoniste assolute tanto sul piano tecnico quanto per l’impatto mediatico.

Fatta questa doverosa premessa, è compito agevole evincere come quella che ci apprestiamo a seguire sarà senz’altro una delle edizioni più incerte del Master, in linea con un’annata all’insegna di piccole e grandi novità. Il lotto delle partecipanti appare quanto mai omogeneo e caratterizzato dalla presenza al via di ben tre (se non addirittura quattro) debuttanti assolute e una sola giocatrice già in grado di trionfare in passato.
Già questo basterebbe a far supporre che equilibrio e incertezza dovrebbero farla da padroni. Aggiungendo poi considerazioni circa l’intrigante mix di stili di gioco e le condizioni psico-fisiche differenti con cui le protagoniste arrivano a Singapore, il quadro risultante sembra presuppore una lotta pressoché alla pari tra tutte le contendenti, in cui esperienza e tenuta atletica potrebbero risultare i fattori decisivi.

A rendere ancora più particolare l’edizione 2016 delle WTA Finals è stata l’insolita presenza di un’incognita vera e propria sul nome dell’ottava partecipante, con Johanna Konta che è stata superata in extremis da Svetlana Kuznetsova, vincitrice poche ore fa del torneo WTA Premier di Mosca.

Il sorteggio del Marina Bay Sands ha decretato una distribuzione delle giocatrici nei due gruppi all’insegna del massimo equilibrio, rendendo ulteriormente ardua ogni possibile previsione.

Interessante notare come la neo numero uno mondiale Angelique Kerber, alle prese con un piccolo appannamento in questo finale di una stagione per lei trionfale, affronterà già nella prima fase Simona Halep, finalista al Master due anni fa e dovrà testare le velleità delle new entries Madison Keys e Dominika Cibulkova, tra le giocatrici più calde dell’ultimo periodo.
Dall’altra parte, la campionessa uscente Agneszka Radwanska, reduce dal trionfo di Pechino e per questo accreditata di un piccolo margine di vantaggio nella griglia di partenza, dovrà soprattutto difendersi dalla progressione di Karolina Pliskova e dalla voglia di riscatto della campionessa di Parigi, Garbine Muguruza. Attenzione anche a Svetlana Kuznetsova, giocatrice in ottimo periodo di forma, che però potrebbe arrivare provata in quel di Singapore dopo le fatiche settimanali nel torneo di Mosca.

WTA Finals.png

Ancora poche ore di attesa e poi sarà grande bagarre, l’appuntamento per gli appassionati è fissato per domenica mattina con la consueta totale copertura di SuperTennisTv.

Programma 1a giornata – 23/10 (ore 11, diretta su SuperTennisTV)
Simona Halep (3) vs Madison Keys (6)
Angelique Kerber (1) vs Dominika Cibulkova (7)

Programma 2a giornata – 24/10 (ore 11, diretta su SuperTennisTV)
Agneszka Radwanska (2) vs Svetlana Kuznetsova (8)
Karolina Pliskova (4) vs Garbine Muguruza (5)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here