Nicolò Turchetti dopo la semifinale a Istanbul: “Ottima settimana, ma non mi fermo qui. So di poter fare ancora meglio”

Intervista esclusiva a Nicolò Turchetti dopo l’ottima settimana vissuta a Istanbul

Nicolò Turchetti si racconta ai nostri microfoni a margine della sua prima semifinale in carriera a livello Future, all’ITF da 15.000 dollari di Istanbul. L’azzurro è stato sconfitto dalla testa di serie numero 1 Marc Sieber. Parentesi inoltre sul rapporto con i compagni di squadra del Tennis Club Garden, dove Nicolò disputa il campionato di Serie A2.

Ciao Nicolò, questa settimana hai raggiunto la semifinale all’ITF di Istanbul. In generale come giudichi il tuo torneo?
Non posso che giudicarlo bene. Si trattava della mia prima semifinale a livello future. Un piccolo passo avanti che dà fiducia per i prossimi tornei. Ovviamente un po’ di rammarico c’è ed è giusto che sia così perché si gioca per vincere e in semifinale purtroppo non ce l’ho fatta.

Durante tutto il corso della settimana hai ottenuto belle vittorie e espresso un buon gioco. Sei soddisfatto del tuo rendimento?
Sono davvero molto contento. All’inizio della settimana facevo fatica a giocare visto che era la mia prima volta qui. Al primo turno le condizioni erano un po’ particolari e il mio gioco non era al suo massimo livello.
Mi sono ritrovato 3-1 sotto al terzo ma per fortuna mi sono ripreso e ho vinto 6-3! Da lì poi ho giocato due ottimi match lasciando pochi game ai miei avversari fino a raggiungere la mia prima semifinale. Mi ritengo soddisfatto ma so di poter giocare ancora molto meglio!

In semifinale sei stato sconfitto dalla testa di serie numero 1 Marc Sieber. Che match è stato? Sei contento di come hai approcciato il match o speravi di poter fare meglio?
Sieber è un giocatore con molta esperienza! Non ha concesso nulla e avrà commesso 4/5 errori gratuiti in tutta la partita! Io purtroppo non mi sentivo bene tennisticamente quel giorno. Facevo fatica a sentire la palla sulle corde e non riuscivo a fare male con i miei colpi come faccio di solito. Sono comunque contento perché nonostante non fossi molto “in giornata” sono stato positivo come atteggiamento cercando di dare il massimo ogni punto senza lamentarmi quando sbagliavo anche soluzioni semplici!

Che voto daresti alla tua stagione fino ad ora e quali sono i tuoi obiettivi per la seconda parte di 2017?
Fino ad ora sta andando abbastanza bene ma si potrebbe far meglio! Non ho giocato moltissimo per via anche della coppa a squadre però ho comunque fatto un quarto di finale è questa semifinale e ho giocato altri buoni tornei come a Reggio Emilia! Spererei in qualcosa di più per la seconda parte della stagione. Sto lottando e lavorando per raggiungere risultati sempre migliori! Mi darei una sufficienza ma sono sicuro che andrà sempre meglio con il procedere delle settimane!

La tua programmazione futura quali tornei vede?
Per ora la mia programmazione prevede un’ITF da 15 mila dollari in Romania che inizia martedì, poi la settimana dopo dovrei andare ad Albinea per un altro 15 mila. Per le settimane successive guarderò un po’ le liste per vedere dove sono messo meglio! Come linea generale comunque prevedo di giocare più 15 mila possibili per cercare di guadagnare punti e salire in classifica mondiale.
Quest’anno sono partito dalla posizione 1200 e con questa semi dovrei andare intorno alla 860 quindi sto procedendo abbastanza bene!

Da qualche anno ormai disputi il campionato a squadre di serie A2 per il TC Garden. Come ti trovi nel team? C’è molto affiatamento fra voi compagni di squadra?
In A2 siamo davvero una bella squadra. Mi trovo benissimo, siamo un gruppo molto affiatato. Cerchiamo sempre di dare il massimo ogni giornata!

Quest’anno siete riusciti a salvarvi vincendo i play out, quali sono invece i vostri obiettivi per la prossima stagione?
Quest’anno purtroppo abbiamo avuto un girone complicato, forse quello più equilibrato della A2. Siamo comunque riusciti a salvarci e va bene così! Per l’anno prossimo non so quali saranno le intenzioni del circolo. Io ora mi devo concentrare sulla mia carriera e sulla mia strada principale che è quella di risalire la classifica ATP e lavorerò sodo per ottenere i risultati che mi aspettano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here