Marco Bortolotti dopo la finale in singolo e il titolo in doppio a An-Ning: “Settimana molto dura ma positiva”

Intervista esclusiva a Marco Bortolotti dopo la finale in singolo e il titolo in doppio a An-Ning

Dopo la finale raggiunta a Hammamet due settimane fa, Marco Bortolotti torna a raccontarsi ai nostri microfoni. Marco ha vissuto una splendida settimana al future da 15.000 dollari di An-Ning, in Cina. In singolo Bortolotti ha raggiunto la finale, dove è stato sconfitto dal neozelandese Statham in 3 set. In doppio invece l’azzurro ha conquistato il titolo in coppia con il croato Nino Serdarusic.

Ciao Marco, questa settimana in Cina hai raggiunto la tua seconda finale consecutiva dopo quella di Hammamet. Sei soddisfatto del tuo rendimento in questo torneo?
Ovviamente è stata una settimana positiva. Alla fine però gioisce solo un giocatore e a tutti gli altri rimane dell’amaro in bocca, è stato un torneo davvero tosto.

Durante la settimana hai espresso un ottimo gioco, battendo Sheng Hao Zhou, Cing Yang Meng, Zhicheng Zhu, e la testa di serie numero 1 Danilo Petrovic prima di arrivare in finale. Ci descrivi in breve come hai vissuto questi match?
Tutte le partite sono state molto combattute, sono davvero contento di averle portate a casa. In 4 match su 5 si è arrivati terzo set, il che è stato un ottimo allenamento.

In finale sei stato sconfitto dopo un match di più di tre ore dal neozelandese Jose Statham, che match è stato?
La finale è stata un braccio di ferro dal primo all’ultimo punto, ci sono stati tanti momenti importanti, infine si è deciso tutto in un tie-break giocato particolarmente bene da Statham.

È stata un’ottimo torneo anche in doppio per te, infatti hai conquistato il titolo in coppia con Nino Serdarusic. Che settimana è stata?
In doppio abbiamo giocato davvero molto bene le prime tre partite. In finale ci siamo complicati la vita da soli ma con un po’ di esperienza siamo riusciti a portare il match a casa conquistando un titolo molto importante.

Come ti sei trovato a giocare con Serdarusic? Tra voi c’è affiatamento in campo?
Nino è un ottimo doppista, abbiamo vissuto una bellissima settimana. In campo ci troviamo a nostro agio insieme.

Quanto è importante secondo te il doppio per far bene anche in singolare?
In doppio si allena in particolare servizio e risposta, e spesso ti trovi ad affrontare punti che scottano, come ad esempio il punto decisivo sul 40 pari. In questi casi bisogna saper gestire la tensione, quindi lo reputo molto allenante.

Il tuo calendario resta confermato? Questa settimana sarai ancora in Cina e poi quali saranno i tuoi prossimi impegni?
La mia programmazione resta invariata, starò in Cina ancora per due settimane. Quando tornerò mi presenterò all’Open di Cagliari per tentare la qualificazione alle Prequali degli Internazionali d’Italia. In seguito giocherò gli ITF da 25.000 dollari a Santa Margherita di Pula.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here