Marco Bortolotti dopo la finale di Hammamet: “Settimana molto positiva”

Intervista esclusiva a Marco Bortolotti dopo la finale raggiunta nel Future di Hammamet

Marco Bortolotti si racconta ai nostri microfoni in seguito all’ottima settimana in cui si è reso protagonista al future da 15.000$ di Hammamet, dove ha raggiunto la finale.

Ciao Marco, vieni da un’ottima settimana ad Hammamet dove hai raggiunto la tua prima finale dell’anno. Sensazioni ricevute da questo torneo?
È stata una settimana molto positiva per me. Da programma non dovevo restare ad Hammamet per continuare la preparazione invernale, ma poi dopo i primi tornei non andati come speravo ho deciso di rimanere. Fortunatamente ho giocato molto bene in questo torneo a partire dall’ultimo turno delle qualificazioni.

Prima di arrivare in finale hai battuto nell’ordine Urrutia Fuentes, Haliak, Roca Batalla e Taberner, perdendo solo un set in semifinale. Qualche parola sui match? Qual è stato secondo te l’incontro in cui hai espresso il miglior gioco?
Al primo turno ho giocato contro Urrutia Fuentes, iberico molto combattivo e difficile da affrontare. Sono stato molto bravo a non farlo mai entrare in partita.
Anche al secondo turno ho giocato benissimo, è stata sicuramente la partita più semplice. Il mio avversario si è dimostrato inferiore.
Ai quarti contro Roca è stata una partita molto combattuta, il primo set è stato molto duro sia sul piano fisico che mentale. L’ho spuntata sul 4 pari, che è stato il punto di rottura del set. Il secondo parziale invece è stato molto più semplice.
In semifinale penso di aver giocato la mia miglior partita del torneo. Credo che Taberner sia uno dei giovani più forti fra i primi 400 ATP. Pur avendo giocato bene ho perso il primo set 6-2 e non era facile ribaltare la partita. Dal secondo set in poi ho alzato l’intensità del mio gioco e sono riuscito a portare a casa il match.

In finale hai perso in 3 set contro Joao Domingues. Che match è stato? Hai qualche rimpianto per non aver portato a casa la gara?
Ovviamente ho qualche rimpianto essendo arrivato a un passo dal titolo. Sapevo di poter battere Domingues. Siamo due giocatori molto simili e per questo abbiamo giocato sullo stesso piano tattico.
C’era molto vento e quando si serviva col vento a favore il battitore era molto avvantaggiato, quindi la partita si è giocata nei game di risposta. I primi due set sono stati molto lottati. Al terzo purtroppo sul 2-1 ho preso il break da 40-15 nonostante servissi col vento a favore e questo mi è stato fatale.

La stagione è appena agli inizi, sai già quali saranno i prossimi tornei a cui prenderai parte?
Ora mi allenerò per una settimana o due e poi partirò per la Cina, dove disputerò tre futures da 15.000 $ sulla terra rossa.

Quali sono i tuoi obiettivi per questo 2017?
Il primo obiettivo a breve termine è sicuramente quello di tornare fra i primi 400 giocatori al mondo, consolidando il livello di gioco espresso la settimana scorsa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here