Luca Cozzi e Matteo Nicoli ci aprono le porte della Sport Trade Management

Sport Trade Management è un progetto nato dall’idea di due studenti universitari, appassionati e giocatori di tennis: Luca Cozzi e Matteo Nicoli.
I due stanno ponendo le basi per un futuro da manager di tennisti professionisti, in linea con i principi dello sport e con grandi ambizioni e capacità relazionali.

Il campionato a squadre è stato il trampolino di lancio che ha fatto pensare a Luca di espandersi e di dare un nome a questo progetto incominciando insieme a Matteo, questa “avventura” all’interno del mondo professionistico.

Di cosa si occupa la Sport Trade Management
Sport Trade Management ha due finalità: una inerente la recluta di tennisti per il campionato italiano, e l’altra (quella più impegnativa) è la gestione manageriale completa di atleti professionisti, nella relazione con gli sponsor e in merito a consulenza di ogni tipo.

Il loro rapporto manageriale con l’argentino Andrea Collarini
Per Andrea ci occupiamo in modo particolare della ricerca di supporti economici e tecnici (racchette, vestiti), essendo la sua figura molto richiesta. La sua frequente presenza in Italia l’ha esposto agli occhi di diversi allenatori e società sportive, con le quali trattiamo per il campionato a squadre.
Per Andrea è molto importante avere un appoggio qui dato che orienta una gran parte della stagione proprio in Italia.

Il recente accordo concluso con Egor Gerasimov
Si, oramai possiamo dirlo. Abbiamo avuto modo di confrontarci a Bergamo, durante il torneo Challenger (nel quale dopo aver battuto Lukas Lacko si è arreso al terzo set contro il vincitore Jerzy Janowicz), e l’abbiamo incontrato nuovamente nel Future di Milano.
Egor è un professionista e la serietà che dimostra in campo ne è la prova: non ci stupiremmo di certo se dovessimo vederlo presto nei top100. Ha appena vinto un Challenger in Francia ed in Coppa Davis è un singolarista vincente, deve solo essere costante è cercare di stare lontano dagli infortuni…

Il forte legame con il campionato a squadre – Serie A1 e A2
Collaboriamo con diversi club per la recluta di giocatori (in particolar modo stranieri o giovani) per la A2 ma la nostra attività non ha mai avuto un vincolo di questo genere: se una squadra di C con un progetto ambizioso desidera qualche giocatore di livello per migliorare l’organico, deve solo farsi avanti. Chiaramente più il livello sale, più ci sono richieste di questo genere, fino al culmine che è la A1 per il quale abbiamo portato in Italia Kamil Majchrzak, il giovane polacco promettente che ha già ben figurato in Coppa Davis battendo Florian Mayer lo scorso anno.

I programmi futuri
Sicuramente cercare di incrementare il numero di club con i quali collaboriamo e nel frattempo arrivare a lavorare per tennisti nei top100. Quando avremo le possibilità ci piacerebbe supportare atleti giovani con la speranza di portarli nel circuito ATP.
Tra gli obiettivi che ci siamo prefissati c’è anche quello di riuscire a creare un evento tennistico e per questo ci stiamo muovendo nella ricerca di sponsor.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here