Louis Wessels: “Amburgo? Il momento più bello della mia vita. Summaria? Spero diventi il nuovo Fognini”

(Julian Finney/Getty Images Europe)

A tu per tu con Louis Wessels, giovane promessa del tennis tedesco.
Un botta e risposta in cui abbiamo ripercorso insieme le tappe principali della sua giovane carriera concentrandoci sui suoi sogni e sul suo futuro, tracciando il ritratto di un atleta destinato a diventare uno dei più forti tennisti sul panorama internazionale

CLICCA QUI PER LA VERSIONE ORIGINALE IN LINGUA INGLESE

DT: Caro Louis, buongiorno! Grazie per la disponibilità e un caloroso abbraccio da tutta la redazione e da tutti i lettori di TenniPress.
LW: Ciao a tutti!

DT: Come ti sei avvicinato al tennis e quando hai preso per la prima volta in mano una racchetta?  Chi ti ha supportato sin da subito e quando hai capito definitivamente che questa strada coincideva con il tuo futuro?
LW
: Ho iniziato a giocare a tennis quando avevo 6 anni. È stato mio padre a spingermi: un giorno mi disse che se fossi venuto a giocare con lui mi sarei davvero divertito e cosi è stato. Da quel giorno, ho sempre cercato di divertirmi in campo e non ho mai smesso di amare questo sport: anzi dopo aver giocato i mie primi tornei, ho deciso di continuare, avevo capito che quella era la mia strada.
Devi amare necessariamente il tuo sport, se no diventa molto difficile mantenere una buona solidità mentale nell’affrontarlo.

DT: Uno dei tuoi miglior tornei nella categoria Under 18 è stato senza dubbio quello di Salsomaggiore, dove ti sei aggiudicato il titolo dopo aver sconfitto nettamente in finale Mattias Siimar.
Descrivici la settimana che hai vissuto: pensi che giocare la finale indoor a causa delle pioggia ti abbia aiutato? Nel corso del torneo hai sconfitto anche il tennista azzurro Corrado Summaria: cosa pensi di lui?
LW
: È stato nel complesso un ottimo torneo: ho vinto, malgrado un po’ di alti e bassi, delle partite molto dure e quindi sono molto soddisfatto. Giocare la finale indoor non è stato facile: ero un po’ preoccupato e i primi giochi sono stati molto complicati; poi mi sono sciolto ed è andata decisamente meglio.
Conosco Corrado Summaria da molto tempo: in passato, abbiamo giocato anche il doppio insieme; lui sa parlare anche il tedesco, siamo molto amici.
In quell’occasione sono andato avanti subito per 6:2 5:0, poi lui è riuscito a reagire bene, ritornando in partita: arrivati al tie-break, penso si sia un po’ innervosito, e sono riuscito a vincere meritatamente. È davvero un bravo ragazzo, spero possa diventare il nuovo Fognini.

DT: Sono del tutto certo che però l’esperienza migliore della tua vita sia sta quella da te vissuta al torneo ATP 500 di Amburgo.
Che sensazioni hai provato nell’essere incitato da cosi tante persone? Quali aspetti del tuo gioco o della tua tenuta mentale pensi di aver migliorato dopo quella parentesi?
LW
: È stata davvero una buona settimana. Sono entrato in tabellone grazie ad una wild card, ho superato Steven Diez in una lotta di tre set e poi mi sono dovuto arrendere a Martin Klizan.
Ho cercato di godermi ogni singolo momento in campo. Ho disputato un bel primo turno, grazie anche al fantastico supporto ricevuto dal pubblico: è stato senza dubbio il momento più bello della mia vita. Il secondo incontro del torneo contro il top 30 slovacco, giocato in uno stadio davvero grande, davanti a cosi tante persone, è stato davvero difficile per me, ma mi servirà sicuramente per crescere in futuro.

DT: Che tipo di persona sei fuori dal campo? Hai degli hobby o delle passioni particolari?
LW
: Sono una persona molto tranquilla. Cerco sempre di stare con i miei cari e di divertirmi con i miei amici.
Seguo molto il calcio e tifo il Bayern Monaco.

DT: Quali obiettivi ti sei prefissato per il tuo futuro? Qual è la tua programmazione per questa seconda parte di stagione?
LW
: Ho deciso di giocare alcuni tornei Future in Germania e poi, chiaramente, gli US Open Junior in America.

DT: Grazie per la tua cortesia e per il tempo che ci hai dedicato. Ti auguriamo tutto il meglio per il tuo futuro. A presto!
LW
: Grazie a voi! A presto!

Davide Tarallo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here