Lorenzo Giustino vince l’ITF 10.000$ a Basilicanova e si racconta ai nostri microfoni [AUDIO]

Lorenzo Giustino ha vinto la seconda edizione dell’ITF da 10.000$ giocata sui campi in terra del TC President di Basilicanova.
L’allievo di Diego Nargiso ha sconfitto in finale con un doppio 6-4 Walter Trusendi. Nell’intervista post-match analizziamo insieme la partita e il suo inizio di 2016, con un occhio puntato sulla sua programmazione futura

CLICCA SUL PLAYER PER RIPRODURRE L’AUDIO DELL’INTERVISTA INTEGRALE A LORENZO GIUSTINO!

Entrambi i parziali della finale sono stati piuttosto equilibrati; decisi entrambi da un break in favore del 25enne napoletano. Già in apertura di primo set, Giustino si è trovato ad avere numerose palle break, senza però riuscire a convertirle e ad allungare nello score. Primo set che si conclude con il punteggio di 6-4; nel secondo Trusendi appare più nervoso, sembra lamentarsi di ogni cosa, perfino di un albero che, a detta sua, gli dava fastidio quando colpiva. È il fattore mentale, oltre all’ottima resa di Giustino col dritto e, in particolare nel primo set, col servizio, ad orientare la partita dalla parte opposta rispetto a Trusendi.  La partita l’ha fatta Giustino, con il toscano che ha giocato gran parte del match in difesa, provando anche numerosi, non tutti riusciti, serve and volley, che ai giorni nostri, nel circuito ATP, si vedono davvero poco.

Giustino, numero 273 del ranking mondiale, ha giocato un’ottima settimana, arrivando in semifinale senza perdere neanche un set. L’allievo di Diego Nargiso ha mostrato il suo miglior tennis nel match contro l’argentino Hernan Casanova, testa di serie numero quattro del tabellone: l’azzurro partito subito con un set di svantaggio, ha lottato senza mai mollare, riuscendo alla fine ad eliminare, dopo tre ore di gioco, il suo avversario in due tiebreak (4-6, 7-6(3), 7-6(4)).

Nonostante non sia riuscito ad alzare il trofeo, è reduce da una buona settimana anche Walter Trusendi, il quale ha emozionato tutto il pubblico con il suo tennis che non rispecchia il suo numero in classifica (729 ATP). Il tennista toscano, squalificato per sei mesi nel 2015, nel corso della settimana, prima ha servito un 6-3, 6-0 all’argentino Patricio Heras, testa di serie numero sette del torneo e di quasi trecento posizioni avanti a lui nella classifica ATP, e poi ha piegato in tre set (5-7, 7-6(5), 6-0) il portoghese Pedro Sousa, testa di serie numero tre e numero 290 del ranking mondiale. Trusendi, soprannominato simpaticamente “Truso”, vanta un best ranking di 299 al mondo ottenuto nel 2011, e a trentuno anni compiuti ha ancora tanta voglia di scendere in campo.

Dunque, una settimana di grande tennis a Basilicanova; gli spettatori hanno avuto il privilegio di ammirare, oltre a tennisti habitué del circuito, anche tanti giovanissimi italiani, come Jacopo Stefanini, al suo terzo quarto di finale consecutivo dopo Bergamo e Sassuolo, Federico Arnaboldi, fresco vincitore del Torneo Avvenire under 16, Andrea Guerrieri, e tanti altri che fanno ben sperare per il futuro.

Federica Mussuto & Lorenzo Carini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here