Lorenzo Frigerio trionfa a Oslo: “Sono felice per i progressi fatti a livello di gioco e per i risultati buoni che sto ottenendo”

Lorenzo Frigerio si laurea campione del futures da 10.000$ di Oslo

Dopo l’ intervista di ieri, eccoci ancora in compagnia di Lorenzo Frigerio, che è riuscito a conquistare il suo secondo titolo stagionale, vincendo l’ ITF da 10.000 $ di Oslo. In finale il 27enne ha battuto la giovane promessa austriaca Lucas Miedler col punteggio di 4-6 6-3 6-3, dopo una battaglia di quasi 2 ore e mezza.

Ecco le sue dichiarazioni ai nostri microfoni

GV: Ciao Lorenzo e complimenti per il titolo che hai appena conquistato a Oslo! Cosa ti senti di dire dopo questo splendido successo? Sei emozionato?

LF: Sono emozionatissimo per il titolo vinto e molto contento per il match difficile vinto oggi. Sono felice per i progressi fatti a livello di gioco e per i risultati buoni che sto ottenendo, spero di continuare così.

GV: C’è qualche persona in particolare che vorresti ringraziare per i tuoi progressi ottenuti ? A chi dedichi questo titolo?

LF: Ci terrei a ringraziare le persone che mi aiutano ogni giorno a crescere e a migliorarmi sia dentro che fuori dal campo. Questa vittoria credo e spero sia solo un punto di partenza e vorrei continuare con questi risultati, cercando di migliorarmi sempre giorno dopo giorno.

GV: Passiamo ora al match odierno: affrontavi Lucas Miedler, giovane promessa del tennis austriaco, allenato da Ronnie Leitgeb, che da quest’anno segue anche Gianluigi Quinzi. L’anno scorso è riuscito a qualificarsi al tabellone principale dell’ATP 500 di Vienna. Come ti è sembrato in campo? Pensi riuscirà a mantenere le attese?

LF: La partita di oggi è stata molto difficile, lui è un ottimo giocatore, dotato di una gran mano, che varia molto il ritmo di gioco. Avrá sicuramente un buon futuro, forse oggi ha pagato fisicamente un po’ anche il duro match di ieri contro Durasovic, che è stata una vera battaglia. Non so, diciamo che è andata bene e sono molto contento per questo.

GV: Analizziamo un po’ la partita, qual’è stato il fattore chiave?

LF: Credo che la solidità sia stata l’arma vincente della partita, fino all’ultimo il match è stato molto aperto, sentivo parecchio la pressione, ma sono contento di averla portata a casa.

GV: Nel primo set è stato un break nell’ultimo game a fare la differenza, come sei riuscito a non perdere la concentrazione dopo il set perso e quali sensazioni hai provato nei set successivi?

LF: Nel primo set sono partito un po’ contratto, ma sono riuscito a sciogliermi nel secondo set e a lottare poi nel terzo quando ormai era più che altro una questione di nervi. Sono felice per la vittoria in rimonta e il fatto che nonostante un primo set così così, io sia riuscito a continuare a ricercare la chiave per vincere la partita, e credo che alla fine abbia meritato la vittoria.

GV: Dopo questa vittoria la tua programmazione resta la stessa o ci saranno variazioni? Ora questa tua stagione si può ritenere positiva?

LF: La programmazione resta la stessa, quando torno parlerò con i miei allenatori e vedrò cosa sia meglio giocare, ora penso al prossimo torneo qui a Oslo e proverò a mantenere alto il livello e l’attenzione. La stagione è sicuramente positiva, ma l’obiettivo era e resta quello di giocarla tutta, quello che verrà e i risultati sono una conseguenza del lavoro svolto. Di certo io continuerò a lavorare e a dare il massimo come ho sempre fatto.

GV: Grazie Lorenzo per la tua disponibilità e ancora complimenti.

LF: Grazie a voi è stato un piacere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here