ITF Tevere Remo, Roma: intervista a Dalila Spiteri dopo il match vinto contro Irene Burillo [VIDEO]

Dalila Spiteri, tennista siciliana classe 1997, analizza il match vinto nel primo turno delle qualificazioni dell’ITF da 25,000$ del Circolo Canottieri Tevere Remo di Roma contro la numero 499 del ranking WTA Irene Burillo

Di seguito l’intervista video integrale ed una breve stesura testuale realizzate da Alessandro Re.

Oggi hai vinto il tuo match di primo turno di qualificazioni contro la spagnola Burillo. Risultato e match rocambolesco, 0-6 6-1 6-1. Una tua analisi su questo match, che sei riuscita a ribaltare in grande stile.
Dopo tanto tempo finalmente mi ritrovo in campo, tra infortuni e scuola. Sono rientrata, non dovevo neanche farlo questo torneo però ho firmato e sono entrata, quindi bene. Ho pescato una brava giocatrice, sono entrata in campo fiduciosa ma 6-0 per lei in 18 minuti. Brava lei, poi tra una rosicata e i tanti sacrifici che sto facendo per riprendere punti ho ribaltato il match. Mi è servito tanto prendere il 6-0, poi ho dato 6-1 6-1 in un’ora e mezza.

Ci hai messo grinta e hai tirato fuori gli artigli, quindi bene.
Sì, ho cambiato gioco anche perchè nel primo set mi ha preso letteralmente a pallate.

Domani altro match di qualificazioni, contro la tua amica Giulia Crescenzi. Qual è il tuo rapporto con lei e come affronterai la partita? Tra l’altro sarà una replica dei tanti match che fate in allenamento.
Sì, esatto. Ogni giorno facciamo un match e quindi non diciamo niente, per scaramanzia.

Sei tornata a giocare dopo un periodo di inattività, com’è stato questo inizio anno per te? Hai giocato poco per colpa degli infortuni, cos’è successo nello specifico?
L’ultimo torneo l’ho fatto a marzo, in Sardegna. Ultimo turno di quali, ero 6-3 4-1 sopra e ritiro, perchè mi sono stirata l’addome. Mi sono quindi dovuta fermare e ho ricominciato adesso.

Dove dovresti migliorare, secondo te, e quali sono i tuoi colpi più sicuri e quelli in cui stai lavorando?
Con il mio coach Luca stiamo lavorando sulle variazioni dei colpi e per togliere il ritmo alle avversarie. Colpo migliore ovviamente il servizio, poi ovviamente anche back e palla corta…

Ringraziamo Dalila per il tempo che ci ha concesso e le auguriamo il meglio per il proseguimento della sua carriera.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here