IBI 2016: le pagelle del tabellone maschile

In occasione degli Internazionali BNL d’Italia ecco per tutti i lettori di TennisPress le pagelle del tabellone maschile.

Promossi:
Andy Murray: il torneo perfetto quello dello scozzese, nessun set perso e solo una volta concessi più di 5 game nello stesso parziale (da Goffin nei quarti di finale Ndr.). La maturazione di questo ragazzo sembra ormai avvenuta e chissà che non possa regalarsi un altro slam proprio al Roland Garros. VOTO 10
Rafael Nadal
: sembra essere tornato a un ottimo livello di gioco il maiorchino, che cresce settimana dopo settimana. Nel match contro Djokovic non ha meritato la sconfitta, anzi. I 5 set point sprecati nel secondo set pesano come un macigno ma ha sicuramente tempo per rifarsi, magari cercando la decima. VOTO 9
Novak Djokovic
un tabellone veramente tosto quello del serbo e tante difficoltà riscontrate per tutta la settimana. Queste componenti non lo hanno sicuramente aiutato durante la finale dove è arrivato palesemente scarico e nervoso. Nonostante tutto alla domenica ci arriva comunque. VOTO 8.5
Lucas Pouille
: quest’anno essere lucky loser sembra la soluzione migliore per arrivare avanti nei Master 1000. Dopo l’exploit di Granollers a Montecarlo è arrivato anche quello del francese qua a Roma. La partita vinta contro Ferrer in due set facili lo mette sicuramente nel mirino per il futuro. VOTO 8
Kei Nishikori
: buona settimana per il nipponico che ha raggiunto il culmine nel match contro il numero 1 al mondo in semifinale. Così come per Nadal, anche lui avrebbe meritato la vittoria. Gli alti e bassi lo condizionano ancora troppo durante una partita; momenti in cui è ingiocabile e altri in cui fa veramente fatica. VOTO 8
David
Goffin: il talento non manca e su questo non si discute. Madre natura purtroppo non lo ha dotato di grande potenza e questo lo mette in difficoltà contro i top player. Il doppio 6-0 inflitto a Berdych rimane comunque nella storia. VOTO 7.5
Dominic Thiem
: continua la crescita costante del giovane austriaco che si arrende ai quarti ad un ispirato Nishikori. La vittoria contro Federer, seppur debba essere presa con le pinze vista la condizione fisica del veterano svizzero, può solo che fare del bene al morale. VOTO 7

Bocciati:
Roger Federer
: la schiena dolorante si faceva sentire ed era palese. Nonostante questo, Roger, ha comunque deciso di giocare senza ritirarsi in corso d’opera. Tutti sperano che si possa riprendere in vista dei prossimi impegni, soprattutto in chiave Wimbledon. VOTO 5.5
David
Ferrer: la scelta di cambiare racchetta non sembra pagare. In più l’età che avanza ci spiega queste prestazioni di Ferru. La fine di questo grandissimo campione sembra ormai vicina ma… mai mollare come ha sempre fatto, anche se sarà fuori dalla top 10 dalla prossima settimana. VOTO 5
Stan Wawrinka
: il bicampione slam non sembra affatto in palla. Costantemente in ritardo nei colpi da fondocampo denotano una condizione atletica molto negativa. Il Roland Garros quest’anno sembra più che un miraggio. VOTO 4.5
Tomas Berdych: batte in due set comodi Ramos-Vinolas poi prende il primo baghel della sua carriera. Prestazione imbarazzante contro Goffin che gli è costata una figuraccia cosmica che difficilmente dimenticherà. VOTO 4

Gli italiani:
In questo caso la riflessione deve essere fatta un pochino diversamente vista la grande rappresentanza nel tabellone principale.

L’unico in grado di passare un turno è stato l’acciaccato Andreas Seppi (VOTO 6) che ha sconfitto Pospisil in un match lottato per poi soccombere da Gasquet.

Buone prestazioni per Marco Cecchinato (VOTO 6/) e per Filippo Volandri (VOTO 6/) contro Raonic e Ferrer dove, nonostante le sconfitte, se la sono giocata avendo più che qualche occasione. Strepitoso Lorenzo Sonego (VOTO 7) che ha dimostrato di essere migliorato in maniera esponenziale già nelle prequali e poi contro Sousa, potrebbe essere il futuro del nostro tennis.

Niente da fare per Paolo Lorenzi (VOTO 5/) al quale non si poteva chiedere molto di più vista la caratura dell’avversario (Bautista Agut Ndr.), e per Salvatore Caruso (VOTO 5/) che in Kyrgios ha trovato un avversario insuperabile.

Ne manca solo uno all’appello: Fabio Fognini (VOTO 4). Dovrebbe essere il nostro tennista più rappresentativo ma la sconfitta al primo turno contro Garcia-Lopez denota i suoi problemi al momento. Speriamo le cose possano cambiare rapidamente.

Lorenzo Lantelme

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here