Gianluigi Quinzi: “A Foligno sto crescendo molto. Contento della settimana all’ATP di Marrakech” [AUDIO]

Intervista esclusiva a Gianluigi Quinzi, giustiziere in due set del tedesco Marterer, ora ai quarti di finale del Challenger di Roma Garden

Gianluigi Quinzi si racconta ai nostri microfoni dopo la vittoria su Maximilian Marterer, con la quale ha raggiunto i quarti di finale al Challenger di Roma Garden.
Parentesi inoltre sul lavoro iniziato con Fabio Gorietti, suo nuovo coach dall’aprile scorso, e sull’ottima settimana vissuta all’ATP 250 di Marrakech, in cui si è spinto fino al secondo turno partendo dalle qualificazioni, vincendo il suo primo match ATP in carriera.

Sulla vittoria odierna contro Marterer
Mi sento davvero molto bene dopo il match di oggi. Marterer è un giocatore davvero tosto da affrontare. E’ uno che a livello Challenger vince molto. Sono sceso in campo con la consapevolezza di lottare su ogni singolo punto e sono molto soddisfatto dopo questa vittoria.

Sul lavoro con il nuovo coach Fabio Gorietti
In questi due mesi sto lavorando molto col mio allenatore Fabio Gorietti alla Tennis Training School di Foligno, sia sull’aspetto mentale che sul servizio. Sono molto fiducioso per questa settimana, soprattutto dopo gli ultimi risultati raggiunti, a livello Challenger in Cina e a livello ATP in Marocco.

Sull’esperienza all’ATP 250 di Marrakech
Con Donskoy al primo round di qualificazioni ero molto tranquillo in campo perchè sapevo di non avere niente da perdere. Ho dato il massimo contro un tennista che qualche mese prima aveva eliminato Federer a Dubai.
Anche contro Duck Hee Lee ero molto calmo e soprattutto più fiducioso dopo la vittoria contro il russo.
Con Mathieu ero un po’ teso poichè giocavo la mia prima partita a livello main draw ATP in carriera.
Contro Lorenzi, infine, è sempre difficile giocare. E’ un avversario molto ostico che non regala mai nulla. Nel primo set ho avuto qualche chanche ed ho piccoli rimpianti ma esco comunque con sensazioni positive dall’esperienza in Marocco.

Lo speciale feeling con Roma
E’bellissimo giocare qui a Roma, l’atmosfera è meravigliosa e giocare davanti al pubblico di casa è sempre bello e stimolante. 

CLICCA QUI PER L’AUDIO INTEGRALE DELL’INTERVISTA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here