Francesco Bessire: “Cercherò l’accesso alle Prequali degli IBI17 per poi proseguire la stagione tra ITF e Challenger” [VIDEO]

Francesco Bessire intervistato in esclusiva al Tennis Club Parioli si prepara ad iniziare la stagione 2017 tra attività Open, ITF e Challenger

Di seguito una breve stesura testuale. Vi consigliamo di guardare il video per l’intervista integrale

Le prequalificazioni agli Internazionali BNL d’Italia
“Si avvicina l’appuntamento più importante per i colori azzurri, il Foro Italico.
Non potrò mancare quindi all’Open di Prequalificazioni al TC Veio che sarà inoltre il mio primo torneo della stagione. Spero di potermi disimpegnare al meglio.
Già in un anno sono riuscito a cogliere l’opportunità di giocare al Foro ed ho ricevuto sensazioni stupende.
Il campo di partecipazione è ottimo, il livello è alto ed i premi in palio sono ambitissimi. Il tabellone è molto simile a quello di un ITF e per farmi trovare pronto alla competizione ho lavorato tanto da punto di vista tattico e mentale insieme al mio allenatore Vittorio Magnelli ed al nostro preparatore atletico Gianluca Pasquini.”

La Serie A1 2016 con il TC Parioli
“L’ultima stagione in Serie A1 è stata molto positiva. Ritengo che quello appena trascorsosia stato il mio anno migliore, ho vinto quattro singolari su sei perdendo solo da Fredrik Nielsen del Park Genova (vincitore di Wimbledon in doppio) e da Matjaz Jurman a Schio su un campo velocissimo. Ho giocato molto bene anche in doppio con Gian Marco Moroni e posso dire che le prestazioni in coppa a squadre mi hanno dato tanta fiducia, incanalata nella preparazione invernale”

La programmazione futura
“Per quanto riguarda la programmazione futura partirò a Giugno per una campagna di tornei da scegliere tra i Future di Sharm El Sheikh o Hammamemt. Nella prima settimana di Maggio tenterò le qualificazioni del Challenger Roma Garden.

Il rapporto col fratello Andrea
“Andrea ha iniziato bene il suo 2017 riscattando un 2016 agrodolce dove, tra l’altro, ha cambiato il rovescio da due ad una mano. In questi primi mesi ha battuto diversi giocatori di seconda categoria.
L’ho seguito in Serie C e lo porterò con me nelle trasferte tra Egitto e Tunisia. Posso dargli una grande mano a livello tennistico ma soprattutto affettivo, quello che sta vivendo adesso a me è gia capitato.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here