Fed Cup, Italia-Slovacchia: Tathiana Garbin fra convocazioni, obiettivi e preparazione al match

Dettagli e ultime news relative all’incontro di Fed Cup tra Italia e Slovacchia

L’11 e il 12 febbraio si avvicinano, la Fed Cup tra Italia e Slovacchia sta per sbarcare a Forlì. I lavori per l’allestimento del PalaGalassi inizieranno il prossimo 30 gennaio e dovranno terminare il 2 febbraio. Dal 3 febbraio verrà realizzata la segnaletica sul campo, saranno posizionati rete e banner pubblicitari, affinchè 7 febbraio la struttura possa essere messa a disposizione di entrambe le squadre. La ditta prescelta è la Vivai Mari di Roma, una società nata nel 1950 che si occupa tra l’altro della manutenzione dei campi da tennis del Foro Italico. Fornirà sia la miscela di lapilli vulcanici che i 410 quintali di sottomanto. Il campo, che misurerà 40,15 x 20,15 per un totale di mq 809, avrà uno spessore totale di 8 centimetri. Non potendo accedere all’interno del palasport con mezzi pesanti ed essendoci una pavimentazione in parquet, una squadra formata da 10 persone dovrà in primis proteggere tale superficie con teli e pvc in modo che non possa filtrare acqua e, a seguire, trasportare dall’esterno del palas all’interno lapilli e sottomanto con idonei muletti. Ci sono notizie positive per la prevendita dei biglietti, sono stati bruciati più di 1.000 tagliandi per entrambe le giornate.

LA CHIAMATA – Tathiana Garbin, arrivata in carriera fino al numero 22 della classifica mondiale, ricorda la sua prima reazione dopo l’investitura a capitano dell’Italtennis femminile. <Ho appreso la notizia direttamente dal presidente Angelo Binaghi un paio di giorni prima dell’annuncio ufficiale, ed è stata per me un’emozione unica – assicura la mestrina -. Ho provato davvero tanta felicità per il raggiungimento di un sogno che, sinceramente, non pensavo di realizzare così presto. Da giocatrice avevo vissuto sensazioni analoghe battendo la Henin numero 1 del mondo o la Seles, o superando in doppio la Navratilova. Quella che più mi ha colpito è stata la chiamata di Corrado Barazzutti, perché è stato come un passaggio di consegne: lui mi rassicurava al telefono e io non riuscivo a parlargli talmente ero emozionata. E anche in occasione della conferenza stampa a Forlì per il match con la Slovacchia ha saputo farmi emozionare di nuovo>.

LA SFIDA E LE GIOVANI LEVE – Ne ha fatta di strada quella bambina che negli anni Ottanta mosse i primi passi con la racchetta in mano al Tennis Club Mestre (dove ora un campo porta anche il suo nome), palleggiando con papà e i maestri del circolo nei 10 minuti di cambio tra la fine di un’ora e l’inizio della successiva. E dopo aver messo in bacheca un titolo Wta (nel 2000 a Budapest) e quattro finali individuali (Bogotà 2007, Palermo 2006, Modena 2005 e Bogotà 2000), oltre a 11 trofei in doppio partecipando a 45 tornei dello Slam – miglior risultato il quarto turno al Roland Garros 2007 -, Tax si trova adesso a guidare l’Italia in rosa. <La vivo come una grande sfida sul piano personale, da vincere. Sono caduta diverse volte e ho avuto la forza di rialzarmi, nel 2007 ad esempio un grave infortunio mi ha impedito di giocare per tre mesi e non ho potuto disputare la finale di Fed Cup dopo che avevo giocato i primi due turni: un dolore difficile da digerire. In Italia abbiamo diverse ragazze che giocano bene e si stanno avvicinando alla duecentesima posizione mondiale, quindi presto potrebbero disputare le qualificazioni degli Slam. Il mio ruolo, dal 2011, è stato quello di affiancarle dando il mio contributo. Penso che abbiano le qualità per arrivare ad alti livelli>.

I PROGRAMMI E LE POSSIBILI CONVOCATE – Fra poco sarà tempo di volare in Australia per seguire da vicino le azzurre. <Non mi fermo mai, in questi primi mesi ho lavorato molto. Da capitana c’è qualche riunione e intervista in più da fare, un po’ di pressione che vivo ogni giorno con gioia. A Tirrenia abbiamo creato un gruppo compatto, come una famiglia. E’ stato bello tra novembre e dicembre avere anche Sara Errani per alcune settimane al centro tecnico, in preparazione alla stagione 2017. Inoltre, ho svolto un mini raduno di Fed Cup con Karin Knapp e altre emergenti, così da valutare il loro possibile inserimento in rosa. E con Corrado Barazzutti ci sentiamo spesso e saremo a Melbourne da metà gennaio per verificare lo stato di forma di azzurri e azzurre. Dovremo attendere l’esito degli Australian Open e capire le sue condizioni fisiche per sapere se sarà a disposizione anche Roberta Vinci: ci conosciamo bene e le ho parlato, dopo aver atteso che decidesse se proseguire o meno la carriera. Viene da una stagione molto pesante>.

LA SLOVACCHIA E GLI OBIETTIVI – Subito dopo la conclusione del primo Slam stagionale sarà tempo di Coppa Davis (a Buenos Aires dal 3 al 5 febbraio) e Fed Cup, a Forlì contro la Slovacchia (11 e 12 febbraio, al PalaGalassi su terra battuta indoor). <Sarà un battesimo del fuoco per me contro un avversario duro da superare, con Cibulkova che arriva da un anno splendido, numero 5 al mondo e vincitrice del master femminile, a conferma della buona tradizione della scuola tennistica di quel paese. Mi sono studiata tutte le giocatrici della Slovacchia guardando tanti video e ho pensato già ad alcune strategie per ciascuna delle possibili avversarie. Uno dei nostri obiettivi è tornare nel Gruppo Mondiale di Fed Cup e il match di febbraio rappresenta il primo passo. Essere in casa e avere il tifo a favore potrà sostenerci nella prestazione e sicuramente l’inserimento di qualche giovane aiuterà il gruppo ad avere ancora più energia>.

PREVENDITA attiva tramite ticketone e i punti autorizzati: Effedue M Prevendite di Corso Garibaldi 64 Forli, Black e White Point Shopping di Via Veneto 19 Cesena, Tabaccheria Lala 73 di Corso Cavour 100 Cesena, Turisadria Viaggi di Via Mazzini 119 Cesenatico. PREZZI DEI BIGLIETTI (*) Parterre: abbonamento € 75; giornaliero € 45 Tribuna numerata: abbonamento € 55; giornaliero € 35 Distinti non numerati: abbonamento € 35 ; giornaliero €25 (*) Ai prezzi vanno aggiunti i diritti di prevendita del 10%

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here