Edoardo Eremin: “Soddisfatto della mia preparazione! Nel 2017 i risultati arriveranno”

Le dichiarazioni di Edoardo Eremin che si concede ai nostri microfoni, raccontando le sue aspettative per l’ormai imminente stagione sul rosso europeo e tracciando un breve bilancio su questo inizio di 2017

Edoardo Eremin is back!

Dopo un finale di 2016 condizionato da qualche problemino fisico e da una scarsa continuità di risultati, l’atleta piemontese si dice quanto mai pronto per affrontare i vari appuntamenti Challenger che si disputeranno in Italia a partire dalle prossime settimane: “Sono soddisfatto della mia preparazione; ho lavorato molto bene soprattutto dal punto di vista fisico e, a parte qualche piccolo problemino alla caviglia, tutto si è svolto per il meglio”.

Eppure, fino ad ora il 2017 ha lasciato ben poche soddisfazioni ad Edoardo:Si, è vero; al momento è stata un’annata sfortunata. In più di una circostanza ho perso delle partite lottate dove, a mio giudizio, meritavo di più. Purtroppo il tennis è anche questo e alcuni match vengono decisi da due-tre punti. Come se non bastasse, ho subito uno stiramento a inizio Marzo e, quindi, è ormai un mese che sono lontano dai campi da gioco; è stata una batosta: avevo già programmato di andare a giocare qualche Challenger in Messico ma ho dovuto alzare bandiera bianca all’ultimo momento”.

Tutto male dunque? No, affatto. Eremin, pienamente consapevole delle difficoltà e delle inevitabili complicazioni e imprevisti con cui un tennista di alto livelli deve convivere, si dice più che mai pronto a ribaltare l’esito di una stagione che potrebbe segnare veramente la sua definitiva rinascita e crescita tennistica: “Sono intenzionato a lavorare sodo per conseguire tutti i miei obiettivi. Ho ingaggiato anche un mental coach che mi aiuti a gestire meglio la tensione, in modo tale da rendere al massimo anche nei momenti di difficoltà; in campo, inoltre, posso sempre contare sull’ appoggio di Massimo Puci e del suo collaboratore Enrico Porro; ce la metterò tutta e sono sicuro che, fin dalle prossime settimane, i risultati cominceranno ad arrivare”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here