Deborah Chiesa: “Voglio alzare il mio livello di gioco ed essere competitiva nei tornei dai montepremi più alti”

(Scott Barbour/Getty Images AsiaPac)

Intervista alla tennista trentina Deborah Chiesa, che ci parla del suo percorso e dei suoi progetti attuali alla luce del suo recente best ranking WTA

Ciao Deborah, sei al momento numero 462 in singolo, il tuo best ranking WTA finora. Complimenti. Hai vinto 9 titoli ITF. Quali sono i tuoi obiettivi a breve e lungo termine nei prossimi anni?
Sì, 9 titoli in doppio ma in singolo purtroppo neanche uno, l’anno scorso ho raggiunto tre finali ma mi è mancato poco per raggiungere la vittoria. Sicuramente voglio alzare il mio livello di gioco ed essere competitiva nei tornei dai montepremi più alti. Non mi pongo un obiettivo numerico di classifica, ma spero di salire sempre di più.

Sei nata in Trentino Alto Adige. Quanto ti ha aiutato ciò nello sviluppo del tuo tennis?
Ho iniziato ad avvicinarmi al tennis a Trento, dato che vengo da una famiglia di tennisti, i miei genitori e mio nonno hanno sempre giocato quindi mi hanno trasferito questa passione. In Trentino abbiamo delle belle strutture, purtroppo però essendo una regione piccola non c’è molta possibilità di confrontarsi.

Cosa ti trasmette la giusta carica e le motivazioni per competere in circuiti impegnativi come quello ITF?
Sono convinta che allenandosi duramente e con costanza i risultati arrivino, quindi i tornei ITF sono un rito di passaggio per tutti quelli che vogliono arrivare in alto. È un circuito molto duro perché trovi ragazze di ogni età pronte ad emergere.

Di recente agli Australian Open abbiamo assistito a buone prestazioni da parte degli uomini, ad esempio Andreas Seppi, mentre le donne sembrano aver incontrato maggiori difficoltà. Credi che sia un evento casuale oppure che la “old generation” gloriosa del nostro tennis sia in fase di declino e stia lasciando spazio alle tenniste della “next generation” come te?
Sicuramente è importante per noi giovani avere davanti giocatrici esperte e che hanno ottenuto grandissimi risultati. Ultimamente l’età media di un/una giocatore/trice si è alzata quindi io credo che finché un tennista si sente in grado di dare tutto, è giusto che lo faccia, a qualsiasi età.

Parlaci un po’ della tua routine tennistica. Come ti prepari alle partite importanti sia fisicamente sia mentalmente?
In realtà non sono una persona scaramantica quindi non ho una routine vera e propria. Senz’altro preparo la partita prima con il mio coach e mi focalizzo sugli obiettivi che dovrò fare in partita. Fisicamente cerco di scaldarmi al meglio in modo da entrare subito pronta.

Il 2016 sembra sia stato un grande anno per te in termini tennistici. Che tornei hai in programma prossimamente?
Sì, il 2016 è stato un grande anno per quel che mi riguarda e a fine anno ho fatto un grande cambiamento, trasferendomi ad Anzio presso l’accademia dei fratelli Piccari dove mi sto allenando tutt’ora. Purtroppo un mese fa ho avuto un’infiammazione al metatarso del piede sinistro quindi ho dovuto allungare un po’ la preparazione, però verso fine mese partirò con qualche 15k.

Quali sono le campionesse del presente e del passato a cui ti ispiri e ce n’è qualcuna a cui pensi di assomigliare un po’ come stile di gioco?
Adoro Serena Williams. Il modo in cui gioca, la passione e la motivazione che mette in ogni singola partita sono per me un grande esempio. È una giocatrice molto forte fisicamente e mi piacerebbe improntare il mio gioco al suo.

Quanto pensi sia importante il supporto della famiglia nei primi anni della carriera dei tennisti professionisti?
Credo sia vitale. Infatti colgo l’occasione per ringraziare sempre i miei genitori che hanno fatto e continuano a fare tanti sacrifici per me permettendomi di inseguire il mio sogno. Mi fanno sentire sempre il loro supporto.

Cosa ti piace fare nel tempo libero quando non ti alleni?
In realtà non è molto il tempo libero a mia disposizione, comunque mi piace leggere romanzi, farmi le unghie e sentirmi con le mie amiche e la mia famiglia.

Grazie della disponibilità e buona fortuna per il tuo tennis!
Grazie a voi!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here