Davide Galoppini vola ai quarti nel Future di Sokobanja: “Sapevo che sarebbe stata una sfida difficile, ma l’ho preparata bene”

Le parole di Davide Galoppini dopo il successo contro Dejan Katic al secondo turno del torneo Future di Sokobanja (Serbia)

Davide Galoppini, classe 1994 e n.694 ATP, ha raggiunto quest’oggi i quarti di finale nel torneo Future di Sokobanja.
Il giovane azzurro ha sconfitto in due set, con lo score di 7-6 6-2, il serbo Dejan Katic e affronterà nella giornata di domani il bulgaro Alexander Lazarov.

LC: Ciao Davide e grazie per la disponibilità. Hai vinto quest’oggi un match complicato in Serbia, al secondo turno, contro il giocatore locale Dejan Katic, numero otto del seeding. 7-6 6-2 il punteggio finale: in apparenza primo set molto combattuto e secondo parziale invece a senso unico. Che partita è stata? Conoscevi il tuo avversario?
DG: Ciao a tutti. Avevo già visto giocare il mio avversario nei tornei scorsi e oggi sapevo che sarebbe stata una partita molto difficile perché lui è un giocatore che scambia poco e non dà ritmo.
Ho preparato bene la sfida sapendo che ci potevano essere momenti di difficoltà e sono stato bravo a mantenere la calma nei miei turni di servizio quando ero sotto pressione.

LC: Ai quarti affronterai il bulgaro Alexander Lazarov, che a sorpresa ha sconfitto il primo favorito del torneo, Mate Delic, in due set. Non vi siete mai affrontati prima d’ora: che tattica adotterai? Hai avuto l’occasione di vedere Lazarov in azione?
DG: A dire il vero per me non è stata una sorpresa. Lo avevo visto giocare in passato e sapevo che oggi avrebbe potuto fare bene.
È un giocatore molto solido, cerca di fare gioco col dritto ed ha molta personalità e coraggio. Dovrò cercare di essere più aggressivo di lui e di prendere iddddl più possibile il gioco in mano. So che sarà una partita difficile perché lui è in fiducia e sta giocando molto bene.

LC: Al momento sei al n.694 ATP, tuo best ranking. Che obiettivo di classifica hai per questi ultimi mesi di 2016? Quali tornei giocherai prossimamente?
DG: Da inizio anno non mi sono mai posto obiettivi di classifica ma ho pensato solo a cercare di vincere partita dopo partita, cercando di salire sempre più di livello.
Ora che mi sento molto competitivo, vorrei cercare di chiudere l’anno intorno alla 500esima posizione. Dopo questo torneo disputerò due tornei in Tunisia e poi farò un’altra trasferta ma non so ancora dove andrò.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here