Cristian Rodriguez: “Punto a giocare stabilmente nei Challenger. Un onore rappresentare la mia Colombia ai Giochi Sudamericani!”

Nel giorno del suo ventottesimo compleanno Cristian Rodriguez si regala una vittoria, nel secondo turno di qualificazioni all’Aspria Tennis Cup di Milano, ai danni dello svedese Christian Lindell.

Il tennista colombiano è stato protagonista di una gran rimonta, trovandosi sotto di un set e di un break, sul 6-4- 2-0: “E’ stata una partita difficile sin da subito, ma sapevo sarebbe potuta cambiare e girare in mio favore. Ho continuato così a fare il mio gioco cercando però di essere più aggressivo in risposta, avvicinandomi alla riga. Questa è stata la chiave di volta!”

Ieri ha battuto Manfred Fellin, domani incrocerà la racchetta con Hugo Grenier: “Ho parlato con il suo avversario di ieri (Moez Echargui) e ho appreso che gioca molto in linea, meglio sul rovescio, ma è incostante a livello mentale. Farò tesoro di queste informazioni per incanalalarle in mio favore.”

“Rodri” è reduce da buoni risultati a livello Challenger e ha inoltre rappresentato la Colombia nei Giochi Sudamericani: “Sono contento della trasferta tra marzo ed aprile. Ho vinto buoni match e ricordo con piacere quelli con Koepfer ed Olivo. Sono convinto comunque di poter migliorare i quarti di finale raggiunti a Panama e sto lavorando per questo. Ho interrotto l’attività internazionale per dedicarmi ai Giochi Sudamericani e, assieme ad Eduardo Struvay ho portato a casa un bronzo per la nostra Colombia, che stasera tiferò nella partita dei Mondiali, contro la Polonia!”

Il 28enne di Bogotà è molto legato al coach Adriano Albanesi, attualmente impegnato a Wimbledon al seguito di Lesia Tsurenko e non può fare a meno di spendere parole al miele per l’allenatore romano: “Il nostro percorso è iniziato cinque anni fa. Sono cresciuto molto da allora e devo tanto ad Adriano. Colgo l’occasione per ringraziarlo perchè è sempre stato presente nei momenti difficili. E’ un amico prima che il mio allenatore. Gli auguro il meglio!”

Con l’augurio di poter proseguire la settimana in terra lombarda e festeggiare al meglio il compleanno ci svela infine la programmazione futura: “L’obiettivo è raggiungere una classifica adeguata per macinare un maggior numero di Challenger. Andrò a disputare le qualificazioni a Marburg, Perugia, San Benedetto e Padova sperando che l’estate mi porti i punti necessari per realizzare il tutto.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here