Coppa Davis: tutto pronto per Italia-Argentina

Analizziamo insieme il primo turno di Davis Cup Italia-Argentina di Parque Sarmiento, al via dal 3 al 5 febbraio

Gli azzurri guidati da capitan Corrado Barazzutti giocheranno il primo turno di Davis Cup contro i campioni in carica guidati da Daniel Orsanic sulla terra battuta outdoor in Argentina

Nel computo totale gli argentini sono in vantaggio 2-1. Nel 1983 i sudamericani asfaltarono al Foro Italico gli azzurri con un sonoro 5-0. Nel 2014 il tricolore trionfò a Mar Del Plata per 3-1. Protagonista fu senza dubbio Fabio Fognini, vincitore contro Juan Monaco e Carlos Berlocq e in doppio con Simone Bolelli. Lo scorso anno ai quarti di finale a Pesaro l’Argentina si è presa la rivincita con lo score di 4-1. Lo stesso anno i sudamericani si si sono fregiati della storica ‘insalatiera’ dopo aver sconfitto in finale la Croazia. La nazionale albiceleste deve ringraziare Delbonis e Del Potro, artefici della vittoria del torneo. Lo stesso Del Potro ha conquistato il secondo posto ai giochi olimpici di Rio.

Fognini e Lorenzi guidano l’Italia, completata da Seppi, che viene da un ottimo Australian Open, e dal rientrante Bolelli. Orsanic non ha convocato Delpo a causa dei problemi fisici accusati dopo la vittoria in finale di Davis Cup l’anno scorso. Anche Delbonis non sarà della partita date le sue “condizioni non ottimali”, così ha detto il ct argentino. Quindi i giocatori scelti sono Schwartzman, Berlocq, Pella e Mayer.

Nella conferenza stampa di ieri Fogna ha dichiarato: “L’Argentina è la squadra campione in carica, ma questo conta poco. Il fatto che non ci siano Del Potro e Delbonis per noi è un vantaggio, è chiaro. Però sappiamo bene che in Davis può accadere di tutto. Noi daremo il massimo per portare a casa la vittoria.”

Data l’assenza dei due giocatori di punta argentini, l’Italia è data come favorita alla vittoria di questo turno. Non ci resta che vedere questo incontro e attendere il risultato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here