Circuito ITF: Lorenzo Frigerio vince il suo primo titolo in carriera a Sharm el-Sheikh su Andrea Vavassori

Lorenzo Frigerio domina il $10,000 di Sharm el-Sheikh, in Egitto, e conquista il suo primo titolo ITF in carriera.

Il tennista lecchese ha sconfitto in finale il connazionale Andrea Vavassori, quarto favorito del torneo, con il punteggio di 6-1, 7-6(6).
Frigerio, classe 1989, cresciuto sui campi del Tennis Club Lecco, ha vinto una settimana fa l’Open nazionale giocatosi nella sua città natale.
Il trofeo guadagnato in Egitto, che si aggiunge ai sei di doppio vinti in carriera, gli permetterà di fare un salto nella classifica ATP di oltre 100 posizioni: da 709 arriverà intorno al numero 590 della classifica mondiale, firmando il suo best ranking.

Il tennista lombardo, quinto favorito del seeding, ha raggiunto senza problemi i quarti di finale, eliminando, nell’ordine, il tunisino Majed Kilani (7-6(1), 6-0); l’uzbeco Alan Gadjiev (6-1, 3-0 per ritiro); e il serbo Zeljko Milovic (6-2, 6-2).
In semifinale l’azzurro e’ stato bravo a liberarsi della prima testa di serie del tabellone, l’australiano Bradley Mousley (449 ATP): dopo aver perso il primo set al tiebreak, e’ riuscito a recuperare e ad imporsi nel terzo e decisivo set (6-7(4),7-5, 6-4).

Nella finale tutta italiana ha prevalso Frigerio, ma è reduce da una buona settimana anche Vavassori, finalista sia in singolare che in doppio (ancora una volta con Frigerio).
Il 21enne piemontese ha dato prova di se’ in semifinale contro il secondo favorito del seeding, lo statunitense El Mihdawy, regolato con il punteggio di 6-4, 4-6, 6-4.

L’Italia e’ stata protagonista anche nella finale del torneo di doppio.

Lorenzo Frigerio e Andrea Vavassori, che si sono imposti nel tabellone di singolare, non sono però riusciti a conquistare il trofeo di doppio. I due azzurri, teste di serie numero due, si sono arresi ai primi favoriti del seeding, il ceco Marek Jaloviec e, il già citato, Bradley Mousley, con il punteggio di 6-2, 3-6, [4-10].

Federica Mussuto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here