Circuito ITF: Adelchi Virgili illumina Bergamo e vince il suo primo titolo in carriera

Si è conclusa nella giornata di sabato la seconda edizione del Trofeo Banca Popolare di Bergamo – Memorial Mauro Capponi, giocata sui campi in terra del Tennis Club città dei Mille di Bergamo e dotata di un montepremi di $10,000.

A trionfare è stato il toscano Adelchi Virgili che durante la settimana ha conquistato il pubblico con il suo tennis spettacolare e la sua incredibile velocità di palla. L’azzurro ha sconfitto in finale il brasiliano Joao Pedro Sorgi con il punteggio di 6-3, 6-4, recuperando uno svantaggio di 3-1 nel secondo set che avrebbe potuto cambiare il volto del match.
Adelchi ha dedicato la vittoria al nonno Beppe, al quale era molto legato, scomparso il venerdì precedente la finale. Giuseppe Virgili è stato un grande calciatore negli anni ’50, ’60: soprannominato “Pecos Bill”, per la sua passione per i fumetti western, ha giocato, tra le tante squadre, per la Fiorentina, con cui ha vinto lo scudetto nel 1955-56.
Una vittoria che, quindi, per Adelchi avrà sempre un sapore speciale.

Adelchi Virgili, classe 1990, una decina di anni fa era considerato una grande promessa, al pari di Gianluigi Quinzi (del quale è molto amico) dopo la sua vittoria a Wimbledon juniores, ma a causa di una serie di problemi fisici, soprattutto alla schiena, non è mai riuscito a raggiungere i livelli che il suo tennis meriterebbe. Virgili, però, non ha mai mollato e, schiena permettendo, continua ad allenarsi e a giocare con grande passione.
Chiunque lo veda all’opera sul campo non può non rimanere colpito dal modo in cui esprime il suo tennis; non può non sentirsi conquistato dal suo enorme talento che, a prescindere dal suo ranking, è evidente, e diverte moltissimo. Chi è un vero appassionato di tennis amerà sempre guardare un match di Adelchi Virgili, anche se forse non raggiungerà in breve tempo (ma speriamo vivamente di sì) il livello di tanti altri, con meno talento di lui, ma con più possibilità fisiche.

Questa settimana Adelchi sarà al via nel torneo Future di Sassuolo ($10,000, terra), dove al primo turno affronterà il connazionale Davide Galoppini proveniente dalle qualificazioni, con la speranza che la schiena continui a dargli tregua perché il 26enne toscano ha ancora tanto da offrire.

Non sono invece riusciti ad alzare il trofeo Roberto Marcora e Claudio Fortuna che hanno perso in finale nella giornata di domenica, rispettivamente, in Romania e in Turchia.
Marcora, testa di serie numero uno del torneo, si è arreso al terzo set al tennista di casa Petru-Alexandru Luncanu, testa di serie numero tre, (3-6, 6-4, 4-6); mentre Fortuna, testa di serie numero sette, è stato piegato in due set dal tedesco Marc Sieber, testa di serie numero quattro, (4-6, 1-6).

Federica Mussuto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here