Circuito Challenger: Chung ritrova il successo a Kaohsiung, Marterer dominatore in Marocco

(Robert Prezioso/Getty Images AsiaPac)

Dopo quattro lunghi mesi di stop forzato a causa di un problema addominale, due sole settimane sono state sufficienti a Hyeon Chung per riassaporare il gusto della vittoria.

Nel ricchissimo torneo di Kaohsiung, il 20enne si Suwon ha conquistato il suo quinto trionfo a livello Challenger, bissando il titolo conquistato dodici mesi prima e confermando il suo completo recupero, evidenziato già nel corso della scorsa settimana in cui aveva colto la finale a Nanchang.

Al termine di un cammino molto convincente, Chung ha sconfitto in due comodi set il più giovane connazionale Duckhee Lee, altro esponente della Next Generation di cui sentiremo parlare molto presto, in quella che è stata la prima finale interamente coreana sul circuito.

In un’altra inedita contesa tra connazionali, Marsel Ilhan, ex n.77 mondiale, ha ritrovato un successo che mancava da oltre due anni, conquistando il torneo di casa sul cemento di Izmir, grazie ad un’agevole vittoria su Cem Ilkel, approdato alla finale dopo essere entrato in tabellone grazie ad una wild card.

Il giovane tedesco Maximilian Marterer si conferma mattatore in Marocco, dove ha conquistato, una settimana dopo il trionfo di Meknes, il titolo di Kenitra, portando a casa piuttosto agevolmente la finale a spese dell’egiziano Safwat, settima testa di serie.

Si ferma invece all’atto conclusivo la splendida corsa di Lorenzo GiustinoSibiu. Il 25enne napoletano, che con questo risultato arriva ad un passo dai primi duecento al mondo, si arrende al più quotato ed esperto Robin Haase, n.1 del seeding ed ex top 30, a al termine di un incontro che nel primo set ha regalato più di un’incertezza, primo di giungere al previsto epilogo nel secondo.

Per l’olandese si tratta del tredicesimo titolo in carriera, il secondo stagionale, impreziosito dal successo ottenuto anche in doppio, insieme al tedesco Tim Puetz.

Sulla terra brasiliana di Santos, contesa tutta sudamericana con l’argentino Renzo Olivo bravo a prevalere sul beniamino di casa Thiago Monteiro, seconda testa di serie, nonostante a causa della pioggia fosse stato costretto a concludere solo poche ore prima la semifinale con il connazionale Velotti.

Controcopertina infine dedicata al giovane danese, di scuola americana, Mikael Torpegaard, capace di vincere il titolo a Columbus, nel campus universitario da lui frequentato. Battendo in finale l’esperto Benjamin Becker, n.1 del tabellone, Torpegaard ha riportato in Danimarca un titolo Challenger nove anni dopo l’ultimo datato 2007 ed eguagliando l’impresa del norvegese Ruud di centrare il trionfo all’esordio nel circuito.

Risultati Challenger 19-25/9
Kaohsiung, $125.000, terra: Hyeon Chung b. Duckee Lee 6-4 6-2

Izmir, $64.000, hard: Marsel Ilhan b. Cem Ilkel 6-2 6-4
Columbus, $50.000, indoor: Mikael Torpegaard b. Benjamin Becker [1] 6-4 1-6 6-2
Sibiu, $42.500, terra: Robin Haase [1] b. Luca Giustino 7-6 6-2
Kenitra, $42.500, terra: Maximilian Marterer b. Mohamed Safwat [7] 6-2 6-4
Santos, $40.000, terra: Renzo Olivo [4] b. Thiago Monteiro [2] 6-4 7-6

Daniele Mazzarello

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here