Caso Sharapova: Safin si schiera con Maria, Henin “Le regole vanno rispettate”, Bollettieri “Maria è in buona fede”

Marat SafinJustine Henin durante la conferenza stampa indetta per la loro introduzione nella Hall of Fame hanno espresso la loro sul caso/caos Sharapova.

La campionessa belga ha parlato così: “Siamo tutti un po’ tristi e delusi. Non è una bella situazione né per i fans né per tutti coloro che sostengono questo sport , e sicuramente nemmeno per Maria in questo momento. Non sono nella posizione per giudicare perché non sappiamo nulla. Quello che posso dire oggi è che le regole sono importanti e devono essere rispettate“.

Il connazionale di Maria, Marat Safin aggiunge inoltre che questo è un giorno triste sia per lo sport sia per la Sharapova: “Tutti però devono capire che ci sono tante nuove cose aggiunte su quella lista. Potrebbe quindi essere anche un errore tecnico, dipende dal modo in cui valuteranno la situazione. Non credo lei volesse violare le regole. Non voglio crederlo. Spero tutto si risolva in futuro”. 

Nick Bollettieri che ha visto crescere la Sharapova nella sua accademia ha asserito che: “Tutti devono prendersi le proprie responsabilità per ciò che si fa nella vita. Sharapova ha fatto un errore in buona fede e non ha assunto il medicinale per avere un vantaggio ingiusto. Lei ha detto che ha preso Meldonium per molti molti anni e poi non ha letto il comunicato quando è uscito. Ha detto che accetterà le conseguenze, ma spera e prega che potrà giocare di nuovo. Cos’altro si può dire?”

Redazione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here