Andrea Pellegrino dopo la grande prestazione al Challenger Roma Garden: “Sto lavorando tanto con Gabrio Castrichella per migliorare sempre più” [VIDEO]

In esclusiva per i lettori di TennisPress, ecco l’intervista ad Andrea Pellegrino, rilasciataci nella settimana del Challenger Roma Garden dove il tennista pugliese ha avuto la meglio su Zeballos Ferreira Silva issandosi sino ai quarti di finale dove ha ceduto a Filip Krajinovic.

Il 19enne di Bisceglie ci ha offerto una piccola disamina sul match al cardiopalma vinto contro Zeballos“Sono stati due match molto duri e soprattutto contro l’argentino non mi aspettavo di vincere ma sono entrato determinato e convinto. Sono stato bravo a vincere il primo e a reagire dopo aver perso il secondo. Il pubblico mi ha sicuramente dato una mano supportandomi calorosamente sia fuori che dentro al campo”.

Con il portoghese invece: “E’ stato in assoluto il match più difficile perché dovevo confermare la vittoria precedente. Ho dovuto giocare punto dopo punto perché lui sbaglia poco ed è molto solido”.

Per chi ancora non lo conoscesse ecco una sua descrizione sul suo modo di interpretare il tennis: “Sono un attaccante da fondo con due buoni fondamentali. Devo lavorare molto sul servizio e sul gioco a rete.
Con il mio coach, Gabrio Castrichella,
 siamo molto affiatati, ormai lavoriamo insieme da circa 2 anni. Ci alleniamo bene insieme”.

La settimana precedente a quella romana Andrea aveva vinto il torneo di doppio nel futures a Santa Margherita di Pula dichiarando che: “E’ una specialità che insegna tanto e ti aiuta in singolo soprattutto nelle variazioni al servizio, in risposta e col tocco sotto rete”.

Poi una piccola parentesi sulla coppa a squadre: Milito in Serie A2 con il mio circolo di Bari. Siamo un gruppo affiatato e abbastanza forte. Per ora siamo primi, speriamo di salire in A1. Sono cresciuto tennisticamente insieme a mio padre proprio a Bisceglie ma ora mi alleno a Tirrenia.
Quando sono a casa però faccio sempre un salto lì al Circolo Angiulli ad allenarmi”.

Per quanto riguarda  gli obiettivi a breve termine si esprime così: “La priorità in questo momento è migliorare a livello mentale e tennistico. La classifica viene di conseguenza. Tra l’altro sono immerso anche sui libri perchè ci sono gli esami a scuola!”

Non possiamo che fare un grandissimo “In bocca al lupo” ed un ringraziamento ad Andrea, sperando di vederlo presto calcare i campi più importanti del circuito mondiale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here